,

PARASSITOSI DA ELMINTI

PARASSITOSI da ELMINTI

Prevenzione quotidiana

I parassiti possono essere ospitati da tutti gli organismi viventi, vegetali e animali. Molti parassiti convivono con l’ospite senza danneggiarlo, mentre altri sono causa di malattia, direttamente o attraverso la produzione di tossine. I parassiti comprendono organismi unicellulari (protozoi) e pluricellulari (elminti). Numerosi fattori influiscono sullo sviluppo di una parassitosi nell’uomo, in relazione alla sua storia, alle sue difese immunitarie, alla esposizione ad agenti infettanti, ad esempio attraverso i viaggi o la permanenza in zone geografiche esposte. L’anamnesi deve indagare l’eventuale esposizione a malattie trasmesse dall’acqua o da cibi contaminati, quali carne o pesce crudo, verdure coltivate in terreni inquinati, l’immersione in acque dolci, i contatti sessuali, l’esposizione a punture di artropodi. Alcune infezioni da protozoi, quali criptosporidiosi, toxoplasmosi, amebiasi si verificano molto più facilmente e in maniera più virulenta nei soggetti che hanno contratto il virus dell’immunodeficieza umana; altre assumono forme rapidamente progressive e fulminanti come la malaria nei soggetti splenectomizzati; altre ancora, come la giardiasi, si sviluppano più facilmente in soggetti affetti da fibrosi cistica. Un numero elevato di parassiti concorre ad infestare il 90% della popolazione globale ed é responsabile della morte, ogni anno, di 15Milioni di bambini. Secondo la British Academy of Medicine 90% delle patologie note riconoscono nella parassitosi intestinale una concausa oppure una causa scatenante
Le malattie causate da Elminti comprendono diversi quadri sindromici: Tricocefalosi, Oncocercosi Ascaridiasi, Babesiosi, Anchilostomiasi, Echinococcosi, Filariasi, Miasi, Ossiuriasi, Schistosomiasi, Strongiloidiasi, Trichinosi, Trichiuriasi, Tungiasi, Teniasi.
Le vie di ingresso sono costituite dalla bocca e dalla cute per le uova, mentre le larve vengono assunte con gli alimenti contaminati: carne di porco, carne bovina ed i pesci .
L’habitat è rappresentato da: intestino, sangue, polmoni, muscoli, vasi linfatici, cervello. Le elmintiasi sono caratterizzate da: complessità del ciclo vitale, possibilità di migrare all’interno dell’ospite, proprietà di indurre eosinofilia, incapacità di riprodursi direttamente nell’uomo, che costituisce l’ospite definitivo, capacità di eludere le difese immunitarie.
La loro capacità parassitaria è dovuta in particolare alla secrezione di enzimi e tossine ed alla presenza di strutture di adesione di aggancio e di penetrazione della mucosa intestinale: ventose, uncini, lamine taglienti, spine, labbra. e involucri. La capacità patogena dipende dal numero, la dimensione, la localizzazione, la sottrazione di nutrienti, la reazione infiammatoria e immunitaria. L’elmintiasi costituiscono una delle principali cause di sofferenza e di morte e sono particolarmente concentrate nelle popolazioni povere, in rapporto alle cattive condizioni di igiene e di nutrizione.

I sintomi

I sintomi che si associano alla patologia sono:
-nel bambino: ritardo e insufficiente sviluppo, iperattività, stereotipie, attacchi epilettici, autolesionismo, autismo, PANDAS.
-nell’adulto: capogiri, ipoglicemia, astenia, facile esauribilità, estremità fredde, freddo interiore, bruxismo , sonno disturbato, sindrome delle gambe senza riposo, addome gonfio, dolori addominali, bruciore all’ano, irregolarità della funzione intestinale, sangue nelle feci , emorroidi , alitosi, forte odore del corpo, aumento della salivazione, fame compulsiva: dolci, formaggi, alcol e aceto, perdita di peso , aumento del peso con la luna piena, disturbi dell’umore, confusione mentale, ansia, riflessi particolarmente lenti , dimenticanze, sensorialità estrema, alterazione della scrittura, incontinenza, peggioramento della motilità fine, comparsa di tics, facile distraibilità, perdita di memoria, attacchi di panico, disturbo del coordinamento motorio, febbre ricorrente, tosse persistente, manifestazioni broncopolmonari, fibromialgia, CFS, impotenza, aumento di volume della prostata , sindrome premestruale, sfoghi cutanei di ogni tipo: acne, orticaria, prurito, eczema, ulcere, bolle, dermatite, psoriasi, piaghe, formazione di granulomi contenenti larve e uova (colon,retto, polmone, fegato, peritoneo, utero).

La Diagnosi

La diagnosi viene fatta con la semplice ispezione delle feci in cui si riscontrano: parassiti, frammenti di parassita, uova, larve. La diagnosi molecolare è dedicata alla identificazione degli acidi nucleici delle cellule del parassita.Le Analisi di Laboratorio mostrano alcuni valori elevati: (VES, Proteina C, alfa2 globuline, IgE, Eosinofili, CD8, Ammoniaca, Ossalati nelle urine) ed altri depressi: (anemia ipocromica, Ferritina + Vit.B12 + Albumina).
I parassiti si insediano nel nostro corpo in maniera insidiosa e provocano quadri clinici .multi sistemici, spesso di difficile interpretazione, che tendono a cronicizzarsi, in rapporto alle difficoltà diagnostiche ed alla inefficacia degli esami di laboratorio. L’intestino è la sede prevalente, ma possono infestare molti altri organi: polmoni, fegato, muscoli, stomaco, cervello, articolazioni, occhi, sangue. Nell’intestino i parassiti sottraggono i nutrienti che assumiamo con il cibo, perforano la parete intestinale e si diffondono in altri organi e nel sangue. In una persona adulta 2-12 kg di sedimento tossico incrostano la parete mucosa del colon, come risultato di una alimentazione non corretta e di stati infiammatori non interpretati e trascurati per anni. L’infestazione da parassiti ha inizio con la ingestione di uova e di larve; richiede un trattamento prolungato e sistematico e l’acquisizione di norme igieniche precise, scrupolose e comunemente trascurate. Le mani, la bocca e la placenta sono le sedi principali di contaminazione. Il trattamento della carne e del pesce richiede una refrigerazione a (-)35°C x 15 ore oppure la cottura con una temperatura > (+)56°C. Massima attenzione va dedicata al nostro rapporto con gli animali domestici, che vanno sverminati almeno due volte l’anno. Un trattamento di idrocolonterapia ripetuto ciclicamente è certamente una pratica utile, in particolare quando sono presenti sintomi generali o intestinali. La decomposizione dei parassiti può manifestarsi con la comparsa di febbre e stanchezza in rapporto alla diffusione di sostanze tossiche. Il Clistere con CD (diossido di Cloro) e la somministrazione di EDTA per os sono particolarmente utili  per rompere il biofilm, che i parassiti creano e con cui si proteggono. La parassitosi intestinale si accende ciclicamente con la luna piena, quando i parassiti si riproducono e si traduce in un riacutizzarsi dei sintomi: bruxismo, iperattività, stereotipie, disturbi del sonno, gonfiore addominale, attacchi epilettici, autolesionismo. Quando la patologia è cronica occorre procedere progressivamente, perché la infestazione è intensa ed è bene evitare reazioni di die-off. Quando compare una parassitosi in famiglia o in comunità è bene estendere il trattamento a tutti i membri. Non fornendo alcuna difesa immunitaria, le parassitosi possono reinfestare.

Commento

L’inquinamento ambientale, la tossicità alimentare, la farmacodipendenza, il disagio e la precarietà vissuta da larghe fasce della popolazione, la intensificazioni epocale dei flussi migratori dai paesi poveri concorrono ad alimentare stress e cattiva salute . La attuale diffusione delle parassitosi, in particolare da elminti, costituisce una risposta “naturale” a questa nostra quotidianità. In questi ultimi 10 anni, in modo particolare ho potuto constatare la diffusione delle parassitosi da elminti, che il più delle volte non vengono sospettate, per cui il paziente passa da uno specialista ad un altro, in rapporto ad un ampio e mutevole registro di sintomi, spesso di difficile interpretazione. Una anamnesi attenta e la consapevolezza della frequenza di questa parassitosi  ci aiuta, medici e pazienti, a sospettarla ed a verificarne la eventuale presenza. Ho selezionato una serie di reperti che si riferiscono a bambini con disturbo dello sviluppo ed adulti con quadri clinici diversi.