,

Ipotiroidismo Materno ed Autismo

Ipotiroidismo Materno ed Autismo

tiroideGustavo Roman e coll  hanno misurato  il livello  della tiroxina (T4) alla tredicesima settimana di gravidanza di 4.000 donne e sei anni dopo le hanno intervistate in relazione allo stato di salute dei loro figli. La ricerca ha dimostrato che la madri con ipotiroidismo severo  erano 4 volte più a rischio di generare un figlio autistico rispetto alle madri con regolare funzione tiroidea.
“Association of gestational maternal hypothyroxinemia and increase autism risk” G.Roman et all; Annals od Neurology; August 13,2013.
Anche un ipotiroidismo lieve o subclinico può causare fertilità ridotta e un aumento del rischio di aborto spontaneo. Essendo gli ormoni tiroidei indispensabili per la neuronogenesi, migrazione neuronale,  mielinizzazione, sinaptogenesi e per la neurotrasmissione, in caso di ipotiroidismo anche lieve della madre si determina una condizione di alterato sviluppo neuronale.
I neonati con ipotiroidismo possono presentare un peso e una altezza alla nascita normale. Alcuni possono accusare sonnolenza, diminuzione del tono muscolare, un pianto rauco, difficoltà di alimentazione, stipsi, una lingua allargata, ernia ombelicale, pelle secca, una temperatura corporea ridotta e ittero. La presenza del gozzo è raro. Altri sintomi: difficoltà nella coordinazione dei movimenti (atassia), ridotto tono muscolare, strabismo, diminuzione della capacità di attenzione e acquisizione ritardata delle capacità verbali.
L’ipotiroidismo è dovuto, nella grande maggioranza dei casi ad un’inadeguata funzione della stessa ghiandola (ipotiroidismo primario); raramente dipende da ridotti livelli di ormone tireostimolante (ipotiroidismo centrale). La carenza di iodio è la più comune causa di ipotiroidismo primario e gozzo endemico in tutto il mondo. Nelle aree del pianeta con sufficiente iodio nella dieta, l’ipotiroidismo è più comunemente dovuto ad una malattia autoimmune, la tiroidite di Hashimoto (tiroidite cronica autoimmune).  Una tiroidite post-partum  può verificarsi fino a nove mesi dopo la data del parto; è caratterizzata da un breve periodo di ipertiroidismo, seguito da un periodo di ipotiroidismo. Nel 20-40% di questi casi permane una insufficienza tiroidea.
Liberamente tratto da Wikipedia.