OMAGGIO A DAN OLMSTED

VACCINAZIONI PEDIATRICHE E AUTISMO

http://ilnuovomondodanielereale.blogspot.it/2017/02/assassinato-il-giornalista-che-indagava.html?m=1

Come in un intervento chirurgico, occorre  fare definitiva chiarezza sulla successione delle sequenze, secondo priorità. Ragionamenti fondati su: conoscenze scientifiche, esperienze personali, ragionevolezza e buon senso, devono poter confluire su di un obiettivo, unico e prioritario, che non entra nel DIBATTITO, scientifico e mediatico, sulle VACCINAZIONI PEDIATRICHE, ma si concentra  sul diritto alla LIBERTA’ DI SCELTA TERAPEUTICA, come momento centrale  della vita democratica nella comunità in cui viviamo. Questo diritto fondamentale ha il grande merito di attribuire a ciascun abitante la stessa, identica dignità, spegnendo le ambivalenze intrinseche al giudizio morale, che divide e accomuna chi professa convinzioni opposte. L’applicazione di questo diritto  consente di liberare lo Stato di una responsabilità che non gli può competere e promuove  un aggiornamento  della nostra Costituzione, che restituisce alla Famiglia la piena  centralità del nostro ordinamento sociale. Quindici Paesi della Comunità Europea hanno sancito questo diritto: Spagna, Portogallo, Austria, Germania, Lussemburgo, Olanda, Lituania, Estonia, Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia, Regno Unito, Irlanda, Islanda. Il principio di Libertà incontra la Salute, come contenitore della nostra stessa Identità, converte l’articolo 32 della Costituzione Italiana e ci aggancia, attraverso una NUOVA ALFABETIZZAZIONE BIOLOGICA DELLA VITA QUOTIDIANA, al grande progetto della Evoluzione, in comunione e risonanza con tutte le manifestazioni della Vita  sul Pianeta. I tempi sono accelerati e le energie in campo numerose, violente e contrastanti. Un PRINCIPIO, unico, prioritario ed assoluto, basta:
LIBERTA’ DI SCELTA TERAPEUTICA PER NOI ED I NOSTRI FIGLI.
Franco Verzella
Zola Predosa 24-02-17

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *