,

E’ IL TEMPO DEI TESTIMONI…

Stiamo tutti camminando lungo una “cengia” temporale, stretta e scoscesa e davanti a noi uno spazio operativo di pochi mesi, forse un anno.
Il modello che viene quotidianamente proposto è quello produttivo, che comprende Ricerca, Impresa, Produzione, Consumi.
E’ lo stesso degli anni ‘60-‘80, che ha condotto all’attuale fallimento.
Quarant’anni di Ricerca Scientifica nel settore della biologia e della medicina ci rassicurano con una formula elementare e definitiva:
la Salute ed il Benessere dell’Individuo al centro del diritto, della vita sociale, della cultura, della politica, dell’impresa, per uno Sviluppo dedicato alla Sostenibilità.
E’ il progetto di REIMAGINATION, work in progress, aperto al contributo di chi condivide questa riflessione.
E’ il tempo dei TESTIMONI, ancora per poco…
f.verzella@tiscali.it;
www.francoverzella.wordpress.com

,

NAPOLI ED IL SEMESTRE ITALIANO

Molecole ed energie, a Napoli, sono coniugate da una sola parola, Suonno, che significa sogno e sonno, a tracciare quel confine incerto tra l’onirico e la creatività. Dove e quando tutto diventa possibile. Così camorra,Terre dei Fuochi e disordine, ma anche scienza, filosofia, matematica, arte e canto ! Come i due poli di una pila: negativo e positivo. L’energia che ne scaturisce oggi può essere accolta, coordinata e convertita all’interno di una nuova promessa, che Napoli scopre quando si affaccia ai tanti altri luoghi colpiti dalla “malattia”.
E la passione per quelle storie e quelle immagini buie accende una consapevolezza nuova e diversa. Come una competenza del vivere, che ha conosciuto l’estremo ed ha mantenuto il sogno, che i suoi figli oggi possono pronunciare e comunicare.
Napoli, Capitale del Cambiamento, attraverso il progetto che pone la salute dell’individuo e della famiglia al centro di una NUOVA DEMOCRAZIA BIOLOGICAMENTE ALFABETIZZATA ed in armonia con le leggi della Vita sul Pianeta.
E’ un appuntamento con la Storia, che Napoli ha capacità di celebrare se la sua Gente esce dall’inganno delle antitesi e si apre al grande disegno della Testimonianza per la Vita.

,

DEDICATO AL SEMESTRE ITALIANO

DEDICATO AL SEMESTRE ITALIANO

-A) Dalla fine degli anni ’70 la teoria dello sviluppo e del profitto ha ammalato il Pianeta ed i suoi abitanti, piante, animali e popolazione, creando cicatrici a tratti irreversibili, diffondendo epidemie, alimentando guerre e genocidi, producendo il default di paesi emergenti, come di città simbolo della società industrializzata, alimentando l’attuale crisi economico-finanziaria.

A nulla sono valsi gli straordinari sviluppi della ricerca scientifica in tutti i settori, che sono stati interpretati ed usati a sostegno della medesima teoria: farmaci, OGM, armi, alimenti tossici. A nulla sono valsi gli allarmi e le testimonianze di persone illuminate e coraggiose e la Ragione Morale non ci ha soccorso e non ci soccorre per comprendere le cause degli orrori a cui stiamo quotidianamente assistendo.

-B) La Ricerca Scientifica nel settore della biologia molecolare quantistica e delle neuroscienze ha dimostrato che la nostra mente, con la quale crediamo di identificarci, in realtà è antenna di una individualità biologica, energetica e percettiva, astronomicamente più complessa, che si forma tra il concepimento ed i primi anni di vita, come una memoria, che media la salute ed il comportamento in ogni istante della nostra esperienza quotidiana. Questo significa che la Mente non può spiegare la Mente e che la nuova strepitosa occasione che ci viene offerta è quella di cominciare a leggere ed a familiarizzarci con un alfabeto biologico, antico e sempre nuovo, secondo i disegni della Evoluzione della Vita sul Pianeta.

-C) Lo sconcerto di scoprirci analfabeti, nei saperi e nei comportamenti, è apocalittico e ci IMPONE di riparare con l’unica azione possibile, ponendo la SALUTE DELL’INDIVIDUO E DELLA FAMIGLIA AL CENTRO DELLA VITA QUOTIDIANA, per avviare il nuovo progetto di sviluppo dedicato alla SOSTENIBILITA’.

-D) La acquisizione da parte del Governo Renzi di questa priorità, attribuirebbe al Semestre Italiano una “energia” nuova, originale, fortemente percepita ed attesa da una larga parte della popolazione e costituisce la migliore risposta alla condivisa richiesta di umanizzazione della politica.

Non una ulteriore pronuncia di rinnovamento industriale o di reinterpretazione dei “bilanci”, o di controllo sulle Multinazionali e gli Istituti Bancari, ma la costituzione di un TAVOLO MULTIDISCIPLINARE, al quale potranno partecipare ESPERTI riconosciuti TESTIMONI del CAMBIAMENTO. E’ questa una categoria in attesa di omologazione e di disambiguazione, che richiederà la integrazione del curriculum scientifico con la storia personale per l’impegno sociale.

Acqua, Agricoltura, Alimenti, Salute, Formazione, Giustizia, Ricerca, Impresa, Edilizia, Trattamento dei rifiuti, Energie Rinnovabili, Cooperazione: funzioni della quotidianità, reinterpretate attraverso un unico coordinatore rappresentato dalla Salute dell’individuo e della Famiglia.

Questa proposta può apparire vaga e vana solo a chi ritiene che il SISTEMA ATTUALE abbia le competenze, le risorse, le volontà per porre rimedio all’attuale degrado sociale ed ambientale.

In questo caso è lecito chiedersi quali e dove siano i segnali che alimentano questa convinzione e quali gli interpreti.

www.francoverzella.wordpress.com

f.verzella@tiscali.it

,

LETTERA APERTA AL MINISTRO GRAZIANO DELRIO

LETTERA APERTA AL MINISTRO GRAZIANO DELRIO
Con riferimento alla intervista riportata sul Mattino, Napoli: http://www.ilmattino.it/primopiano/cronaca/delrio_sud_pompei/notizie/794204.shtml
Ministro Graziano Delrio,
il progetto REIMAGINATION( inviato : 03-07-14) nasce dalla convinzione che il principale responsabile dell’attuale degrado ambientale e del disagio della comunità internazionale sia l’ANALFABETISMO BIOLOGICO, che caratterizza la nostra cultura, filosofica, giuridica, politica, economica e che occorra mettere al centro del cambiamento la SALUTE ED IL BENESSERE DELL’INDIVIDUO E DELLA FAMIGLIA, secondo quei principi e quei criteri, che la ricerca nel settore della BIOLOGIA e della MEDICINA MOLECOLARE QUANTISTICA hanno ampiamente espresso in questi ultimi 30 anni.
A partire dagli anni ’80, il MODELLO DI SVILUPPO dei Paesi Industrializzati, declinato con il binomio produzione-profitto, ha dimostrato un fallimento esponenziale ed irreversibile.
Se ci riconosciamo partecipi dello stesso SISTEMA e siamo convinti di dover cambiare, DOVE stanno le lettere che andiamo a scegliere per comporre le nuove parole?
Che cosa abbiamo imparato dai conflitti internazionali di questi ultimi 70 anni, che possa essere applicato per risolvere la guerra in Siria, in Iraq, a Gaza ?
Se il 20% della popolazione infantile ha un problema di apprendimento e nessuna copia fertile oggi è immune dal rischio di generare un figlio autistico, la limitazione del 20% delle nascite o l’uso di psicofarmaci potranno aiutarci a risolvere queste difficoltà ?
Il mercato della droga, delle armi, e degli organi è fiorente ed i Banchieri “acquistano” governi centrali e istituzioni internazionali.
Se a Napoli, dopo 40 anni di stupri ambientali e di morti, si continua a sperare nella buona volontà e nel coraggio di un parroco o di un giornalista, dove sono nascosti gli strumenti per il Cambiamento ?
Possiamo pensare che la Rivoluzione sia la soluzione capace di cambiare lo scenario internazionale?
E la RAGIONE MORALE ci ha mai spiegato perché tutto questo accade?
Abbiamo un assoluto bisogno di TESTIMONI del CAMBIAMENTO, capaci di leggere le lettere dell’ALFABETO BIOLOGICO DELLA VITA SUL PIANETA ed avviare quella umanizzazione della politica, di cui ancora non appare traccia. La creazione di un TAVOLO MULTIDISCIPLINARE è un appuntamento al quale guardiamo in tanti con rinnovata speranza e mi pare anche una straordinaria opportunità di coordinamento per il Semestre Italiano.
Mi auguro di tutto cuore che questa riflessione possa essere da Lei accolta e rimango in attesa di un Suo cortese riscontro.
Franco Verzella Zola Predosa 12 Luglio 2014

,

OCCHI DEL CORPO E OCCHI DELLA MENTE

Immagine

 

Alla Fermata dell’Autobus: i Signori V, B, A.
-Piacere, sono vegano.
B-E le piante? Non pensi alle piante? Le piante sono esseri viventi!
V-Piacere, sono fruttariano.
B-Estremista  fanatico anoressico! E i moscerini che ammazzi con l’auto? E tutte le persone che vengono sfruttate per farti navigare in internet?
V-Piacere, sono fruttariano e vivo sul cucuzzolo della montagna senza corrente elettrica e senza TV.
B-Egoista!! E tutti i bambini che muoiono in Africa?? Vai a fare il volontario e pensa ad aiutare la gente piuttosto…. Il mondo fa  proprio schifo !
A-Impossibile non condividere….ma…..e se noi non c’entrassimo per niente ?!….
B-Cos’hai detto ?!  ma allora sei proprio una bestia. Noi c’entriamo eccome !
A-Ti faccio notare che tu hai appena concluso che il mondo è uno schifo e confermi che noi c’entriamo, eccome !…
B-Si, ma noi non abbiamo nessuna colpa !
A-Non lo metto in dubbio….ma fammi capire come la nostra mancanza di colpa ci aiuta a migliorare questo mondo che fa schifo !
B-A dir la verità…se penso alle multinazionali, alla finanza, ai traffici mafiosi…
A-Vediii…è proprio qui che ti volevo portare: noi individui comuni non contiamo nulla ed è qui che comincia la mia domanda: è possibile che noi comuni mortali veniamo al mondo per non contare nulla ? Proviamo a ribaltare i termini della equazione. Immaginiamo di essere seduti nell’emiciclo  dell’ONU, dove  tutti i partecipanti sono chiamati a parlare a turno, per cui ad un certo momento toccherà anche a noi. Ci sono tutti: belli e brutti…ci siamo capiti! Allora, quando è il nostro turno, cosa  diciamo ? Se parliamo del “mondo” ci mettono subito in buca, perché sono “loro” che lo gestiscono….ehhh…eehh…B-eeehhhhh!!??? Ti sei impapinato ?!
A-No, ho fatto un breve download ed è thrilling !!
B-….e per quelli che parlano  Inglese meglio di te?…..
A-Quando toccherebbe a me , io nell’emiciclo dell’ONU, comincerei a parlare del  Tempo !
B- Siamo fritti !….. Ti è andato il cervello in acqua….
A-Non scoraggiarti, ascoltami, perché questa è scienza ! Gli occhi del corpo sono educati per vedere i corpi, gli oggetti, le case, questa tazza di caffè….mentre gli occhi della mente vedono solo memorie in continua dissolvenza, dove passato presente e futuro sono tutti entangled, intrecciati, e continuamente cambiano e… il profumo del caffè  che abbiamo appena versato,  ad esempio, è  un fantastico regista….
B- Registi….a parte ?!
A-In  sintesi, noi ci dividiamo secondo due categorie: quelli che vedono i corpi e quelli che vedono le memorie!
B- E  dei due, chi è che ci prende ?….
A-Bravo ! E qui giunti siam ! Il verdetto è certo ed inappellabile: vincono quelli delle memorie, perché vanno  a  femto secondi, mentre gli altri vanno… a piedi!
B- E il tuo intervento nell’emiciclo dell’ONU?
A-Che il Cambiamento  nasce dal mettere gli occhi della mente davanti a quelli del corpo…
B-  Chiaro, come al solito e soprattutto  facilissimo !…..
A-Capisco…., ma non è colpa mia….é un cambiamento evolutivo della nostra specie, non nel senso che ci spunti una proboscide o delle zanne o ci copriamo con una pelliccia, ma che scopriamo dentro di noi un clic, di cui abbiamo tutti ignorato la presenza, tranne qualche rara eccezione, un clic, collegato col respiro,  che recupera gli occhi della mente … in prima visione! Vuoi un esempio semplice e chiaro, anzi televisivo ?
B- E me lo chiedi ? Dai che sta arrivando l’autobus!
A-La telecamera inquadra il campione di discesa libera al cancelletto di partenza: immobile, a testa bassa, in massima concentrazione: sai cosa sta facendo ? Sta memorizzando tutto il percorso, percependo  gli spostamenti del tronco e quelli della gambe, l’anticipo prima del curvone, il richiamo delle gambe nello stacco del salto…e quando parte, continua a sognare, a memorare dicamo noi, perché i tratti della discesa vengano prima memorati , vissuti e solo successivamente visti, per intervalli di centesimi di secondo.In altre parole gli occhi del corpo rivedono il film che gli occhi della mente hanno “creato” qualche attimo prima.
B-Allora sempre con gli scii ai piedi ?!
A-Io si e tu….con l’autobus !!

Immagine

,

IL CAMBIAMENTO IMMANENTE

 

Immagine

Il privilegio, che la Ricerca Scientifica oggi ci offre, di indagare, meglio comprendere e godere la bellezza rivelata e sempre nuova dell’ Esistenza, alimenta un’analisi della nostra quotidianità “in leggerezza”, allontana le separazioni, i cartelli, le “opportunità” del giudizio morale e le sostituisce con il sentimento di gratitudine ed il desiderio di condividere questo fatto miracoloso che è la vita!Avviare in tempi rapidi il cambiamento, con il contributo e la collaborazione di Testimoni ed Esperti, attraverso la strategia della conversione delle Energie e delle Risorse, anziché del contrasto nei confronti del Sistema, perché ci rendiamo conto che facciamo comunque tutti parte del Sistema, che l’unico comune nemico è l’ANALFABETISMO BIOLOGICO DELLA VITA QUOTIDIANA e che la Vita ci offre le certezze, le evidenze e gli strumenti per poter concertare e promuovere SOSTENIBILITA’ E COOPERAZIONE, come la VERA E DEFINITIVA OPPORTUNITA’ PER TUTTI!
Alcuni Temi di Ricerca & Sviluppo ci aiutano a comprendere le ragioni e le opportunità del Cambiamento:
1)”Comunicazione, Apprendimento e Salute: 0-3 anni”

2)”Imprinting Neonatale: battesimo di solidarietà e tolleranza”

3)”Il Bambino in cattedra: che cosa e come imparare dai bambini”

4)”Every Day Theatre: Comunicazione e Quotidianità”

5)”Biologia molecolare quantistica, musica, colore e tempo”

6)”Biologia, Responsabilità, Devianza e Diritto”

7)”Arte Biologica: transizioni e reciprocità tra esperienze dell’uomo e manifestazioni della natura”

8)”Ambiente che ammala e Ambiente che guarisce”

9)”Acqua e Agricoltura a modulazione quantistica”

10)”La Cucina vegetariana della Salute e lo Sviluppo Sostenibile”

11)”Alfabetizzazione biologica della vita quotidiana:la prima delle Energie Rinnovabili””

12)”Il Villaggio della Salute : Enclave per un Cambiamento Evolutivo”
La nostra Terra è magica per bellezza, arte, ricerca e storia ed i Villaggi della Salute si pongono come ambasciatori di questo straordinario patrimonio, attraverso le esperienze della solidarietà e della armonia nei confronti della comunità e dell’ambiente.
Dalla cultura delle Credenze (IO della Mente), a quella delle Conoscenze (IO della Salute)!

“La qualità della vita fa riferimento ad una nuova visione basata sulla connettività e l’interdipendenza! (Jeremy Rifkin).
Occorrono TESTIMONI di una VISIONE che si nutra di energia e di tempo, capaci di superare le polarità per approdare alla Grande Sinergia che l’Evoluzione ci propone, come un solo organismo, attraversato da una “mutazione” dell’intendere e dell’amare.

  •  
,

CAMBIAMENTO E TESTIMONIANZA

Immagine

 

 

Il Time dello scorso 19 Maggio a pagina 30 dedica un articolo, a firma di Rana Foroohar, al volume “Capital in the Twenty First Century” del giovane economista francese Thomas Piketty. La tassazione negli USA ha favorito i ricchi e gli azionisti rispetto a chi guadagna esclusivamente dal proprio lavoro, se si escludono due interventi, in cui lo Stato ha applicato criteri distributivi più efficaci, con il New Deal degli anni ‘30 e con il piano Marshall alla fine degli anni ’40. La situazione è andata peggiorando a partire dagli anni ’80, in rapporto ad una sensibile riduzione delle tasse per i ricchi e per il maggior guadagno offerto dai capitali rispetto alla crescita economica del Paese, cosicché chi riceve le proprie entrate dagli investimenti si arricchisce di più rispetto a chi  guadagna esclusivamente dal proprio lavoro. “E’ del tutto possibile che  questa disuguaglianza continui a peggiorare ancora per molti anni. La principale forma di tassazione non è adatta alla struttura  della ricchezza del ventunesimo secolo”, sono le due conclusioni di Priketty. Se il denaro è il riferimento con cui misuriamo il successo del nostro lavoro, si comprende come l’aspirazione ad accumularlo sia condivisa dai ricchi come dai poveri. La storia documenta  enormi sperequazioni  ed intollerabili ingiustizie, ma il “valore primario del denaro” nella nostra società  è condiviso ed affermato da tutti.
Fare bene una cosa, il lavoro, per ottenerne un’altra, il denaro, è segno della AMBIVALENZA che caratterizza il nostro comune intendere ed il fiorino d’oro, 1252, con i suoi 3,54 grammi a 24 carati, ne è il simbolo universale, che nasce a Firenze e arriva a Wall Street 2009!
Sembra dunque un tratto caratteristico della nostra specie, che noi oggi abbiamo la opportunità di “mutare” se all’altra cosa, quella davvero ambita, il denaro, diamo il nome di “Noi-Salute”!Infatti, mentre “Salute” è una parola ambigua, in quanto può essere attribuita a “N” contesti: salute finanziaria, salute dell’ambiente, salute della casa, “NOI-SALUTE” è un processo, definito, inequivocabile, che comprende la nostra individualità e l’ambiente in cui viviamo, nella sua accezione più vasta e comprensiva.Capire che la nostra vita è unica, irripetibile, e fragile ed è questa percezione esistenziale della nostra sola e unica vita che ci consente di empatizzare con la medesima esperienza degli altri e di manifestare a loro la nostra solidarietà” e di condividere, il progetto per una condizione superiore e nuova di salute e di benessere.
Questo cambiamento comporta l’acquisizione e la diffusione di una ALFABETIZZAZIONE BIOLOGICA DELLA VITA QUOTIDIANA, che distribuita attraverso i servizi della rete costituisce la prima delle energie rinnovabili e l’avvio dello SVILUPPO PER LA SOSTENIBILITÀ.
Alfabetizzazione biologica significa acquisire conoscenze sulle principali funzioni che regolano la nostra “macchina biologica”, come la nutrizione, l’esercizio fisico, il sonno, il respiro, il sesso, il controllo dello stress, l’umore. Man mano che queste informazioni vengono acquisite producono un cambiamento delle nostre abitudini, migliorano la nostra salute ed il nostro benessere. È un po’ come una “attività sportiva”, che ci dà soddisfazione e che possiamo praticare ed allenare quotidianamente.
E, se questo nuovo percorso continua ad affermarsi, ci rendiamo conto che l’attività mentale, con la quale abbiamo pensato fino ad oggi di identificarci, in realtàè antenna di una individualità astronomicamente più complessa, che pulsa attraverso miliardi di processi molecolari, atomici, energetici, coordinati da memorie che si sono formate in una fase precocissima del nostro sviluppo, prevalentemente inconscia, tra ilconcepimento ed i primi tre anni di vita.
La sfida della ricerca e della medicina è in gran parte affidata a leggere, interpretare e modulare questa MATRICEbio-energetica e percettiva, che continua a scrivere ogni secondo della nostra esistenza la storia del nostro incontro con l’ambiente ed il tempo ed appare attraverso la postura, il ritmo del respiro, i tempi di reazione, l’energia, la resilienza, l’esercizio della memoria, il movimento degli occhi, la gestualità, la mimica, il timbro ed il controllo della voce, la gratitudine, l’empatia, la capacità di ascolto, la speranza….
La Domanda di Salute dell’Individuo nell’Esperienza Quotidiana può così articolarsi in una successione di Servizi e svilupparsi attraverso un dialogo ininterrotto tra Domanda ed Assistenza, Ricerca e Mercato. La Salute dell’individuo costituisce il “marker” di qualsiasi intrapresa, dedicata allo Sviluppo per la Sostenibilità, per una serie di ragioni, quali:
1)      L’assoluta interdipendenza di tutti gli esseri viventi: piante, animali e popolazione umana dalla salute dell’ecosistema.
2)      L’astronomica complessità dell’organismo umano, come frutto di una ricerca che l’Evoluzione ha svolto nell’arco di centinaia di milioni di anni su di uno sterminato laboratorio, affidato all’humus, all’acqua, al sole, all’elettromagnetismo terrestre.
3)      L’urgenza di invertire l’attuale approccio della medicina specialistica dedicata alla patologia d’organo e farmacodipendente, partendo dalla valutazione della “capacità di salute” del singolo individuo, in quanto la malattia rappresenta una “sottrazione”, un “vuoto” di salute e come tale va interpretata e curata, attivando e potenziando la capacità di guarigione interna.
Il Passaporto della Salute è un questionario, che svolge la funzione di RADAR DELLA DOMANDA, di cui raccoglie in tempo reale informazioni individuali sensibili e li processa all’interno di una BANCA DATI, secondo una lettura scientifica, non condizionata dalle esigenze del mercato. Il Questionario consente di individuare le principali aree a rischio ed offre all’utente l’opportunità di riflettere sul numero e la specificità dei parametri, che concorrono a caratterizzare la salute nel contesto della esperienza quotidiana.La Banca Dati contiene informazioni strategiche, che ci consentono di registrare la Quotidianità nel suo accadere e continuo mutare, al riparo da teorie scientifiche, filosofiche, politiche, economiche, finanziarie. Non la lettura del Genoma, ma quella dei Comportamenti in tempo reale, come espressione epigenetica del vivere quotidiano, è la strategia di questo servizio!
Il Diritto alla Salute contiene e traduce riferimenti culturali, della tradizione, politici, religiosi, del momento storico, delle condizioni economiche, per cui, quando si giunge alla sentenza, troppo spesso e troppe sono le domande che rimangono inesplorate e irrisolte. Una rilettura e interpretazione del diritto e della giustizia attraverso la nuova consapevolezza della nostra natura biologica, quale la ricerca scientifica ci ha fornito in questi ultimi 50 anni, sono al centro della sfida per lo sviluppo di una società più libera, democratica e solidale.
Dalla cultura delle Credenze (IO della Mente), a quella delle Conoscenze (IO della Salute)! “La qualità della vita fa riferimento ad una nuova visione basata sulla connettività e  l’interdipendenza (Jeremy Rifkin). Occorrono TESTIMONI di una VISIONE che si nutra di energia e di tempo, capaci di  superare le polarità per approdare alla  Grande Sinergia che l’Evoluzione ci propone.
Cellule, che il CAMBIAMENTO accoglie ed armonizza come un solo organismo, attraversato da una “mutazione” dell’ intendere e dell’amare.
Alcuni Temi di Ricerca & Sviluppoci aiutano a comprendere le ragioni e le opportunità del Cambiamento:
 “Alfabetizzazione biologica della salute nella vita quotidiana e Testimonianza”                            
“Quotidianità a minimo impatto ambientale” 
 “La Cucina vegetariana della Salute e lo Sviluppo Sostenibile”
  “Il Villaggio della Salute e del Benessere: tra Discontinuità dal Sistema e Futuro”  
 “Comunicazione, Apprendimento e Salute: 0-3 anni”
“Il Bambino in cattedra: che cosa e come imparare dai bambini”
“Every Day Theatre: Comunicazione e Quotidianità”
“Biologia, Responsabilità, Devianza e Diritto”
“Energie Rinnovabili e Internet”
“Acqua e Agricoltura a modulazione quantistica”
“Biologia molecolare quantistica, musica, colore e tempo”
“Medicina rigenerativa molecolare quantistica”
Ambiente che ammala e Ambiente che guarisce”
“Corso di Arte Biologica: transizioni e reciprocità tra esperienze dell’uomo e manifestazioni della natura”
“Il corpo vestito di tempo”
“Imprinting Neonatale: battesimo di solidarietà e tolleranza”       

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

,

PER UNA ABROGAZIONE DELL’OBBLIGO VACCINALE

 

Immagine

 

Secondo il  Ministero della Salute il 76% della sperimentazione clinica italiana viene condotto avendo come sponsor le aziende farmaceutiche, che concentrano la loro ricerca per il 12,4% nel gruppo dei farmaci di cui fanno parte i vaccini; solo il 16% delle riviste scientifiche ha una linea di condotta sui conflitti di interesse e solo lo 0,5% degli articoli pubblicati è di autori che abbiano svelato tali conflitti.
Scrive Cristiano Alcino “Nel corso degli ultimi decenni non ci siamo limitati  a tollerare un sistema in cui l’Industria del farmaco occulta dati, inganna i medici e danneggia i pazienti, ma abbiamo completamente delegato ad essa la ricerca in ambito farmacologico, lasciando non solo che fosse proprietaria dei risultati e ne potesse disporre in totale libertà, ma che si appropriasse delle priorità della ricerca e dei suoi metodi. Abbiamo assistito all’indebolimento  degli Enti regolatori, la cui opera di controllo è prevalentemente pagata con i soldi di coloro che dovrebbero essere controllati. Molte carriere accademiche sono state costruite su un’organizzazione della ricerca e dell’università largamente basata sui fondi dell’industria privata: il ricercatore contribuisce in maniera sempre più limitata alla definizione degli obiettivi della ricerca, dei metodi con cui sarà condotta e non ne analizza i dati ottenuti, perché non ne è il proprietario e tuttavia ne diffonde i risultati attraverso una o più pubblicazioni scientifiche, come premio della sua totale complicità con tale sistema. I Governi assistono impotentemente al consolidarsi di queste prassi o addirittura le favoriscono esplicitamente con politiche di riduzione dei fondi pubblici alla ricerca e leggi costruite a beneficio delle grandi multinazionali del farmaco piuttosto che a tutela della collettività.”
(www.saluteinternazionale.info/2012/12La trasparenza nelle sperimentazioni cliniche-il caso tami flu).

 I vaccini sono farmaci e pertanto richiedono come criterio fondamentale la personalizzazione del trattamento. La estrema complessità, biologica ed energetica, che caratterizza lo sviluppo del bambino, soprattutto  tra il concepimento ed il terzo anno e la tossicità, ambientale ed alimentare, che assedia la nostra quotidianità, richiedono una prevenzione scrupolosa: preconcepimento, prenatale e neonatale, che viene negata con la pratica delle vaccinazioni di massa. Lo Stato Italiano, imponendo e promovendo queste pratiche,  si fa carico di enormi responsabilità, che certamente non si limitano al risarcimento dei casi riconosciuti come danno vaccinale, ma comprendono la salute presente e futura di tutta la popolazione vaccinata. La formulazione di un protocollo multidisciplinare di valutazione dello stato di salute del minore, controfirmato dai genitori, costituirebbe un primo passo per l’aggiornamento e  la umanizzazione di questo servizio, come premessa al superamento dell’obbligo vaccinale, che si è già affermato in 15 Paesi Europei.
I vaccini sono farmaci molto complessi, che contengono: frazioni batteriche (vaccino antidifterico, antitetanico, antipertosse), frazioni virali (antiepatite B), virus inattivati (vaccino antipoliomielite Salk e antinfluenzale split), virus vivi attenuati (antipoliomielite Sabin, Anti-Morbillo-Parotite-Rosolia, Varicella). Inoltre antibiotici e disinfettanti (per prevenire contaminazioni batteriche), conservanti ( per evitare la perdita di efficacia nel tempo), adjuvanti (per potenziare la risposta immunitaria). Il Mercurio è presente nel vaccino antiemofilo B, antinfluenzale e antiepatitico A. Altre sostanze comprendono: i sali di Alluminio(vaccino antipapilloma virus), formaldeide e fenossietanolo, proteine dell’uovo, emoderivati di animali, prioni, proteine  eterologhe, sostanze chimiche di recente sintesi, metalli tossici e nano particelle. Occorre ricordare che questi tossici si accumulano nei tessuti del neonato in concentrazioni di gran lunga superiori rispetto ad un adulto che pesa 13-15 volte di più.
Il grande calo delle malattie infettive pediatriche è avvenuto prima della introduzione della maggior parte delle vaccinazioni pediatriche ed è  dipeso  dalla maggiore disponibilità di alimenti e di cure preventive,  una migliore igiene personale e  pubblica (acqua e fognature), migliori condizioni di vita domestica e lavorativa, migliore istruzione. Paradossalmente, nonostante una copertura vaccinale pari al 94% in Europa i casi di morbillo sono passati da 7499 a 26.721 tra il 2009 ed il 2011. Se il morbillo è in crescita nonostante le elevate coperture vaccinali occorre ricordare che il virus del morbillo è a RNA  attenuato, che in condizioni di immunodepressione può continuare a moltiplicarsi oppure mutare, causando complicanze  insolite e di difficile interpretazione. In Italia le complicanze della malattia morbillosa naturale (virus selvaggio) sono 500-600 per anno, mentre le vaccinazioni  sono 1.100.000. Le complicanze della malattia morbillosa naturale comprendono l’encefalite ogni 2.000 casi ed una morte ogni 40.000 casi, per cui la incidenza reale nel nostro Paese sarebbe una encefalite ogni 3-4 anni ed un decesso ogni 65-80 anni. Per contro, le complicanze della vaccinazione antimorbillosa comprendono una encefalite ogni 10-11.000 vaccinati ed un morto ogni 200.000 vaccinati (5% delle encefaliti). Secondo questi dati, la stima delle complicanze della vaccinazione antimorbillo, ogni anno, nel nostro Paese prevederebbe su 1.100.000 vaccinati  100 encefaliti  e 5 morti.
Qualcuno si sognerebbe di somministrare periodicamente un antibiotico potente ed a lunga durata d’azione a tutta la popolazione solo perché alcune persone muoiono di polmonite ? “ Nel caso dei vaccini questo esempio assurdo viene applicato per una decina di patologie diverse. Nel nostro Paese, secondo il calendario delle vaccinazioni obbligatorie e facoltative il bambino riceve 25 inoculi di antigeni vaccinali nei primi 15 mesi e 40 nei primi sei anni. E’ possibile che questa pratica farmacologica priva di elementari criteri preventivi sia esente da rischi ?  VAERS(Vaccine Adverse Event Reporting System) 2005 e 2007 é un sistema di farmacovigilanza passiva e per questo fortemente sottostimato; i dati che emergono comprendono: intervallo tra somministrazione del vaccino esa/eptavalente e la morte del neonato: meno di 24 ore nel 48-64% e meno di 6 giorni nel 83-94% dei casi; il 68% al primo inoculo. La diagnosi comprende: morte in culla, convulsioni, apnea, encefalopatia, coagulopatie, patologie cardiopolmonari.
I più comuni sintomi da danno da vaccino comprendono: febbre, sonnolenza,  letargia ed inversione del sonno, pianto inconsolabile, perdita dell’appetito, mancanza di interesse, regressione delle abilità acquisite, arresto dello sviluppo cognitivo comportamentale, immotivati  e improvvisi cambiamenti caratteriali, arresto e regressione del linguaggio, disturbi della motilità grossolana e di quella fine, assunzione di una alimentazione selettiva, grida immotivate, disturbi della funzione intestinale ed immunitaria con gonfiore dell’addome, malassorbimento, alternarsi di diarrea a stipsi, accumulo di metalli tossici. Purtroppo gli studi a lungo termine sulle differenze di salute e benessere tra i bambini vaccinati   e i non vaccinati mancano. Una cosa comunque è certa:  l’attuale programma vaccinale comporta sempre e per tutti i bambini una reazione biologica  violenta, che si caratterizza come una impronta negativa nella memoria del loro sistema immunitario.
 I bambini più a rischio di danno vaccinale sono quelli  immunologicamente immaturi, perché nati da madre con disturbi immunitari e  intestinali, alimentazione non adeguata o con carico tossico (alcol, caffè) o iperinsulinemica; i bambini  pretermine, sottopeso, nati  con parto distocico e con taglio cesareo, sottoposti ad alimentazione artificiale, che presentano  continue irregolarità dell’alvo, si ammalano  frequentemente oppure sono stati sottoposti ad interventi chirurgici, oppure  crescono in un ambiente carico di difficoltà e di stress.
Il target  della Vaccinazione è il sistema immunitario, che nei bambini è in piena fase di sviluppo fino ai 3 anni e pertanto risulta  fragilissimo durante tutte le tappe principali del programma vaccinale. Il sistema immunitario immaturo del bambino viene naturalmente stimolato e rafforzato quotidianamente grazie a continui “combattimenti”, che lo impegnano attraverso il contatto dei germi con la sua cute e le mucose, che sono dei veri organi neuroimmunoendocrini. Molecole associate a gruppi di germi patogeni (Pathogen Associated Molecular Patterns: Lipopolisaccaridi per i batteri Gram negativi e Peptidoglicani per i Gram positivi) vengono riconosciuti dai recettori delle cellula immunocompetenti della immunità innata (Toll Like Receptors), che accendono la risposta infiammatoria, la fagocitosi ed il rilascio di molecole antibatteriche non specifiche e di peptidi antimicrobici. La maturazione del sistema immunitario è affidata a questo allenamento quotidiano, che aumenta con la progressiva esposizione del bambino nei confronti dell’ambiente. Per potenziare il sistema immunitario nei primi anni occorre somministrare molecole naturali che sostengano i processi metabolici, la detossificazione, l’azione antiossidante, l’eubiosi intestinale. Per contro le vaccinazioni rappresentano un insulto violento, farmacologico, estremamente articolato (penta, esa ed eptavalente) ed acuto, che bypassa  le naturali difese immunitarie (cute e mucose con i loro sistemi cellulari e molecolari) e sconvolge l’equilibrio biologico, con una impronta negativa, che si stampa nella memoria immunitaria.  Il risultato è una depressione severa del sistema immunitario, con conseguenze nel breve e nel lungo termine. Non solo depressione, ma anche alterazione dell’assetto immunitario e del rapporto Th1(antivirus-antimiceti) con Th2(antibatteri-antiparassiti-antiallergeni), caduta linfocitaria 10 giorni dopo l’inoculo, riduzione del numero dei globuli bianchi. Il notevole  aumento delle allergie e dell’asma che si registra in occidente é da addebitare alla scarsa attivazione fisiologica del sistema Th1 ed all’aumentata esposizione ai quei vaccini che inducono una risposta di tipo Th2. La attivazione del sistema immunitario cerebrale (microglia) produce uno stato infiammatorio (radicali liberi, chemochine, citochine) ed uno stress ossidativo, che tendono a cronicizzarsi in mancanza di un trattamento tempestivo ed adeguato. Il ritardo cognitivo, la regressione della parola, la comparsa di comportamenti disturbati e bizzarri vengono interpretati nella loro dimensione psicologica da neuropsichiatri e psicologi, che non sospettano l’esistenza di cause organiche. Il danno è particolarmente severo nei bambini con polimorfismi genomici (SNPs), che riguardano l’attività immunitaria e quella detossificante, con ridotta attività del Glutatione e dei circuiti metabolici della metilazione-sulfossidazione e di Krebs. Una  sistematica ed aggiornata collaborazione tra ostetrico, neonatologo, pediatra, neuropsichiatra, laboratorista, consentirebbe di migliorare sensibilmente la tempestività preventiva e terapeutica dell’intervento. La diffusione  dei disturbi dello sviluppo e del comportamento (1 bambino su 6, di cui 1 su 68 autistico: CDC;Marzo 2014), delle allergie, del diabete infantile, dei tumori (incremento annuale pari a 1-2%) riconoscono nelle vaccinazioni di massa una sicura concausa.
Il superamento dell’obbligo vaccinale e la libertà di scelta terapeutica sono obiettivi irrinunciabili per una democrazia biologicamente alfabetizzata, promuovono  la diffusione di una consapevolezza informata e la ricerca di una condizione superiore di salute e di benessere da parte di una crescente percentuale della popolazione, favoriscono la liberalizzazione delle arti mediche, abbattono i costi della spesa sanitaria, liberando lo Stato e le Istituzioni da  ombre e ambivalenze.

OMS:2012

Popolazione Italiana:
Nascite:      563.000
<5 anni:   2.851.000
<15 anni  8.552.000
Costo in Euro dell’intero ciclo vaccinale in Italia:
a)     per bambino: 1.702,11;
b)     per lo Stato:  953,18 milioni .
Copertura vaccinazione obbligatoria: 97% .
Sistema di Farmacovigilanza: volontaria
Incidenza delle Malattie Infettive in Italia:
Poliomielite 0 dal (1982)
Difterite: 0 dal (1997)
Epatite B: 29 (2002)
Tetano 64 (2012)
Pertosse 225 (2012)
Morbillo: 376 (2012)
Rosolia: 85 (2012)
Parotite: 322 (2006)
Neisseria Meningitidis: 138(2012)
Streptococco Pneumoniae 784(2012)
Haemophilus Influenzae: 61 (2012)
LIBERAMENTE TRATTO DA “LE VACCINAZIONI DI MASSA” SALUS INFIRMORUM; PADOVA; OTTOBRE  2013

 

 

 

 

 

 

 

,

IL DONO

E’ la percezione della nostra sola ed unica vita e della assoluta irreversibilità del suo procedere, che cancella in noi ogni possibile attesa. E’ come trovarsi per la prima volta esposti su di un abisso temporale, spalancato sul futuro. Un’emozione totalizzante, liberatoria. La preoccupazione morale si allenta e lascia spazio ad una ricerca percettiva, in perfetta solitudine, dedicata a individuare una relazione naturale, necessaria con la vita, che avvertiamo scorrere in noi e attorno a noi e contenere ogni nostra possibile certezza ed insieme la promessa di una motivazione assoluta e definitiva. Solitudine! Con le neuroscienze questa parola così carica di attesa e di abbandono, si scopre principio di un nuovo progetto esistenziale, allo svanire di una teoria di presenze dal volto umano. I pensieri, i ricordi, le parole, i volti ci appaiono come solidificazioni di una realtà fluida, mobilissima, che incessantemente avviene, attraversa e anticipa ogni possibile specificazione. Così la vita ci offre in dono la percezione del tempo.

 

Image