,

GADOLINIO E TERAPIA CHELANTE

A-MT-SABRINA

Il Gadolinio (Gd) è un metallo utilizzato come mezzo di contrasto nel test della Risonanza Magnetica Nucleare. La tossicità del Gd è ampiamente documentata ed interessa i principali organi del nostro corpo. A scopo preventivo la infusione contiene Gd chelato per creare un composto atossico. Tutte le case farmaceutiche affermano che il Gadolinio viene eliminato per via urinaria nell’arco delle 24-48 ore successive al test. In realtà il composto chelato, una volta iniettato in circolo subisce un processo di transmetallazione, per cui altri minerali, come il ferro, lo zinco, il rame e il calcio, si combinano con il complesso chelato, sostituendosi al Gd, che viene liberato e va ad interferire con il metabolismo cellulare. Abbiamo raccolto una prima documentazione che comprende 22 pazienti che sono stati sottoposti a Risonanza Magnetica con contrasto, in cui il test per i metalli tossici nelle urine mediante  farmaco chelante (EDTA e DMPS) ha dimostrato la permanenza del Gd per molto tempo, in un caso fino a 10 anni! ed a livelli chiaramente tossici, in un caso fino a: 25,00mcg(<0,02mcg/dl). Occorre ricordare che il Gd libero ha un forte tropismo per i tessuti infiammati, dove tende a depositarsi, costituendo pertanto concausa di un possibile peggioramento della patologia indagata. Queste evidenze suggeriscono l’acquisizione da parte dei Servizi Medici di adeguate competenze nel settore della terapia chelante, per poter offrire protocolli personalizzati di detossificazione. I Servizi Medici che più frequentemente richiedono il test di Risonanza Magnetica sono: Neurologia, Neurochirurgia, Cardiologia, Chirurgia Vascolare, Oncologia. Al Paziente, a cui viene proposto il test con mezzo di contrasto, suggeriamo di ricevere il parere e l’assistenza di un medico esperto di terapia chelante per la formulazione di un protocollo personalizzato, da iniziare, quando possibile, in anticipo rispetto al test di Risonanza Magnetica. La detossificazione da metalli oggi si avvale di farmaci (DMPS, DMSA, EDTA), molecole naturali (Glutatione, ALA, NAC), prodotti naturali (zeolite, clorella, coriandolo) e nella maggioranza dei casi viene svolta a domicilio, attraverso una assistenza a distanza.

SABRINA; anni 10; ritardo psicomotorio.
Per meglio comprendere  la tossicità riscontrata, abbiamo calcolato di quante volte i metalli superano la soglia:
Piombo: x 12; Mercurio: x 5,26; Antimonio: x 1,26; Arsenico: x 1,32: Gadolinio: x 1521,21; Platino: x 1,58;
Stagno: x 13,63; Tungsteno: x 15,66.

Riferimenti:

Giulia e Franco Verzella: Uscire dall’autismo: un approccio biologico e medico; Maggioli 2008

www.francoverzella.it/blog

Fiamma Ferraro: La terapia chelante; Macro 2014

 

,

ALPHABET E FONDAMENTALISMO

BIMBO GIUDICE

ALPHABET E FONDAMENTALISMO

Un gran parlare di queste vaccinazioni:

fondamentali,

di massa, perfette, inevitabili, donate, comandate, democratiche, ricorrenti, sempre eguali…

e  ancora nessuno a Roma  e nelle Istituzioni,

sembra accorgersi della epidemia:

1 bambino su 6 con problemi di apprendimento ed 1 su 50 diagnosticato come autistico.

Significa che nessuna famiglia é immune dal rischio di generare un figlio con questi problemi.

In altre parole, l’allarme é per tutti noi: genere Homo, specie sapiens.

Si continua a cercare il gene dell’autismo,

e si ripete da causa ignota e che non c’è speranza, perché autistici si rimane.

Proprio in coincidenza della evoluzione autistica,

il fondamentalismo è cresciuto a dismisura:

finanziario, produttivo, militare, multinazionale, pseudo religioso, politico, sindacale….

E, se è vero il detto, che nulla avvien per caso,

si può pensare

che autismo fa rima con fondamentalismo.

 

,

METALLI TOSSICI E TERAPIA CHELANTE

 

 UN APPROCCIO  FUNZIONALE  ALLA  SALUTE

 

Da una trentina di anni la ricerca scientifica riporta costantemente segnali di tossicità ambientale che interessano e minacciano la vita sul Pianeta, quali la diminuzione nel numero e nella varietà delle specie vegetali ed animali e la diffusione di malattie cronico degenerative nella società globalizzata. La banca dati del Chemical Abstract Service (CAS REGISTRY) contiene a partire dal 1957  il nome commerciale di oltre 71 Milioni di  nuove sostanze, organiche ed inorganiche, prodotte dall’industria e registra quotidianamente un aumento medio  12.000 nuove sostanze!
Il livello di tossicità che caratterizza ogni aspetto della nostra vita quotidiana supera sistematicamente i limiti analitici delle più sofisticate tecnologie a nostra disposizione per quattro  ragioni elementari:

1)      Il numero astronomico di sostanze inquinanti prodotte dall’uomo ed immesse nell’ambiente.

2)      La mancata certificazione dei nuovi prodotti chimici relativamente ai rischi relativamente alla nostra salute.

3)      La incapacità di valutare il potere detossicante del singolo individuo, nei confronti di specifiche tossine.

4)      La impossibilità di valutare nel tempo la sommatoria biologica dell’azione esercitata dalle diverse sostanze tossiche nel singolo individuo.

L’inquinamento, ambientale, alimentare e da farmaci, che caratterizza la attuale Società Globalizzata é in larga parte caratterizzato dalla presenza di metalli che, a causa della loro concentrazione o per propria natura, non si inseriscono nei metabolismi funzionali del nostro organismo e causano una serie numerosa di patologie e di disturbi: Metalli Tossici (MT). I MT penetrano in maniera insidiosa nel nostro organismo attraverso amalgami dentali al mercurio, vaccini contenenti mercurio e alluminio, protesi ed impianti endo-ossei, farmaci, prodotti cosmetici, alimenti, bevande, aria atmosferica, materiali di contatto, ambienti di lavoro, abiti e trasporti. Nel cervello, fegato, rene, sistema immunitario, ossa, polmoni, i MT creano reazioni localizzate di tipo infiammatorio e reazioni generalizzate, con genesi tossica e/o immunitaria, che ci predispongono ad una lunga serie di disturbi e di malattie: stress ossidativo, insulino-resistenza, ipertensione, aritmie ventricolari, bronchiti e polmoniti, asma, calcolosi, nefropatie, anemia, diarrea, affezioni infiammatorie croniche dell’intestino, ulcera duodenale, epatite, sensibilità chimica multipla, sindrome della fatica cronica, cefalea, disturbi dell’umore e del comportamento, psicosi, autismo e disturbi dello sviluppo, dipendenze, sclerosi a placche, parestesie, paralisi, deficit motori, Alzheimer, sclerosi laterale amiotrofica, Parkinson, ototossicità, rinite cronica, dermatite da contatto, cancro. Gli ambienti di lavoro in cui possono verificarsi le intossicazioni da metalli sono numerosissimi e comprendono: odontotecnica, odontoiatria, oreficeria-gioielleria, ceramica, vetreria, carrozzerie (auto, treni, aerei), reattori nucleari, rottamazione, edilizia, concerie, industria dei cappelli, industria del legno, vernici, tipografia, fotografia, litografie, radiologia, prodotti farmaceutici, erbicidi, batterie, accumulatori nastri magnetici, estrazione e trattamento dei minerali, leghe metalliche, industria elettrica, elettronica, impianti di soda caustica, plastica, munizioni, forze armate, pompieri, industria petrolifera. Metalli tossici“prescritti”: amalgami dentali al mercurio, vaccini contenenti Mercurio ed Alluminio, impianti endo-ossei ed in fine come mezzo di contrasto nella risonanza magnetica (Gadolinio) Per queste ragioni l’accertamento della eventuale intossicazione cronica da metalli deve rappresentare una delle prime attenzioni preventive, in fase di pre-concepimento, di attività lavorativa a rischio (prevenzione primaria); sistematicamente, quando la diagnosi è incerta ed in caso di una malattia cronica degenerativa (prevenzione secondaria e terziaria).
Il metodo più obiettivo e scientificamente valido per la determinazione della tossicità da metalli è rappresentato dal test di chelazione, che consiste nell’analisi dei metalli presenti  in un campione di urine, dopo la somministrazione di un agente chelante. La chelazione è un meccanismo chimico utilizzato nel mondo vegetale e animale attraverso il quale una molecola biologica incorpora all’interno della propria struttura un minerale, usualmente uno ione metallico. Una volta chelato, il minerale perde le sue proprietà fisiologiche o tossiche, in quanto viene sequestrato all’interno della struttura dell’agente chelante e con esso viene eliminato. La detossificazione da metalli oggi si avvale di farmaci (EDTA, DMPS, DMSA) e nutrienti (Glutatione, NAC, Acido Alfa-Lipoico, Clorella, Coriandolo), Zeolite e fa riferimento ad una esperienza svolta in campo internazionale da oltre 30 anni.
Il trattamento di detossificazione va personalizzato attraverso una visita medica, l’analisi del Questionario e dei risultati delle analisi di laboratorio, che comprendono il test da carico con farmaco chelante( DMPS, DMSA, EDTA) e la raccolta delle urine.
Prima di iniziare il trattamento chelante è fondamentale osservare alcune attenzioni:

  • Ridurre la esposizione ai metalli tossici: rimozione delle amalgame dentali contenenti mercurio e argento, evitare il consumo di pesce di grandi dimensioni, dei crostacei e dei molluschi, bere acqua purificata, consumare alimenti biologici, escludere vaccini contenenti thimerosal e alluminio.
  • Formulare un programma alimentare personalizzato e integrato con nutrienti ed antiossidanti.
  • Ottimizzare la funzione intestinale, eliminando disbiosi, introducendo pre- e pro-biotici, rinforzando l’attività digestiva con enzimi vegetali, nutrendo la mucosa intestinale con vitamine, minerali, aminoacidi, antiossidanti e glutatione.

La chelazione viene somministrata mediante: a) EDTA: per fleboclisi della durata di circa 3 ore; b) DMPS: con iniezione (intramuscolare  o endovenosa), oppure per via trans-dermica nei bambini; c) DMSA: per via  orale.
Nella grande maggioranza dei casi (oltre l’80%), la terapia chelante viene svolta a domicilio attraverso una assistenza a distanza, un controllo mediante esami di laboratorio ogni sei mesi ed un test dei metalli con prova da carico una volta all’anno. I Protocolli di Terapia Chelante sono stati messi a punto attraverso una esperienza intensa di oltre trenta anni in campo internazionale e possono essere applicati in una vasta percentuale della popolazione, a partire dai primissimi anni di vita. Controindicazioni assolute alla terapia chelante sono la insufficienza renale, la gravidanza, le malattie acute, in particolare dell’intestino e del fegato.

Bibliografia:

Aposhian H.V.et al Human studies with the chelating agents; DMPS and DMSA J.Toxicol Clin 1992:30;505-528.

Baker S.M. et al Mercury detoxification consensus group position paper; Autism Research Institute 2001

Chappel T. and Whitaker J. Questions from the heart; Hampton roads publishing Company 1996

Knudtson M.L. et al Chelation therapy for ischemic heart disease; Jama 2002,287(4):481-484

McCandless J. Children with starving brains; Bramble Books 2002

Pangborn J.B.-Baker S.M. Autism effective biomedical treatments; The Autism Research Institute 2005

Usman A. Detoxification Strategies and individualizing chelation protocols; DAN, Anheim 2007:88-94

G.Verzella-F.Verzella Uscire dall’autismo: un approccio biologico e medico; Maggioli 2008

 

Esito analisi 2

Test di chelazione (urine), mediante DMPS intramuscolo: analisi di 20 Metalli Tossici:

Metalli:  in microgrammi/grammo  di creatinina.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

,

2019: Matera incontra San Francesco

 SAN FRANCESCO+

 2019

Matera incontra San Francesco

 Nel 1219 San Francesco incontra al Cairo e a Damietta il sultano Al Malik al Kamil,
nel tentativo di fermare la guerra e le crociate
.

Nei giorni scorsi, due frati di Assisi,
Enzo Fortunato  e Mauro Gambetti,
hanno svolto in Egitto una serie di incontri con il Ministro della Cultura,
il capo Imam Shiek Bakr Abdel Hady
ed una delegazione di  professori della Università di al-Azhar,
nel nome della pace, della moderazione, del dialogo, della amicizia.

Il prossimo appuntamento é ad Assisi, il 18-20 Settembre. *

A 800 anni dall’impresa del Poverello di Assisi,
Matera, Capitale Europea della Cultura,
ha la opportunità
di dedicare la propria testimonianza al tema della Pace,
coinvolgendo pionieri della Ricerca Scientifica nei campi della Fisica e della Biologia,
che ogni giorno ci rivelano
 i legami con i quali il Padre ci ha unito a tutti gli esseri viventi,
che oggi possiamo imparare a leggere ed a testimoniare
come esperienze di Salute, di Dialogo e di Solidarietà.

*(la Repubblica 21-7-16; pag 33).

,

LA CONVERSIONE TEMPORALE

P1010170

L’esperienza, che caratterizza le fasi precoci  del nostro sviluppo embrionale e fetale, é percettiva. Ci coinvolge olistica-mente e si imprime nei nostri tessuti come il fondamento della nostra memoria.

Con la nascita la memoria percettiva  si veste della relazione psicologica, la quale evolve dal modulo IO-TU, dei primi 10-12 mesi, al modulo IO-Ambiente della prima, della seconda infanzia e, nella maggioranza dei casi, anche della maturità.

La educazione convenzionale propone e promuove la relazione valoriale con un mondo fisico (la roba e le istituzioni)  ed é segnata da un’intima ambivalenza, per il pulsare in noi della relazione con il tempo, il tempo di vivere ed il suo incessante cambiamento.

La Ricerca Scientifica, nel settore della biologia, della medicina e della fisica, oggi ci permette di esplorare con assoluta certezza la nostra dimensione temporale e quindi di superare  la “dolorosa ambivalenza”, che caratterizza l’alterno pulsare della relazione convenzionale.

La conversione temporale ci cura del peso e della gravità delle cose, che hanno costituito i nostri beni ed occupato il nostro orizzonte fino ad oggi.

Il fattore Tempo, da limite di una comunità “fisica”, diventa tessuto delle nostre giornate e di una speranza sempre nuova, che si specchia nel continuo evolvere della nostra identità molecolare, energetica, percettiva.

Il degrado ed il disagio, che caratterizzano le nostre cronache, confermano la estrema urgenza di formulare un Nuovo Abbecedario della Vita Quotidiana, che ci accompagni in questa transizione, con il conforto della parola e dell’esempio di Testimoni del Cambiamento.

 

 

,

Alphabet: alfabetizzazione biologica e cambiamento

 

NEONATO 10

Venivo al mondo in quegli anni. Li chiamavano ebrei.  Ora non si “formalizzano” e non fanno più distinzioni:  1 bambino su 6  presenta un disturbo dello sviluppo e dell’apprendimento ed 1 su 68 viene diagnosticato come autistico (CDC: Marzo 2014). Non vengono deportati, ma “modificati” nelle nostre case, nelle nostre famiglie. Sono di salute cagionevole, difficili da trattare e incapaci di badare a se stessi. I nostri medici non li capiscono e non li sanno curare. Sostengono che dall’Autismo non si guarisce. Si calcola che fra 30 anni, autistico sarà: 1 bambino ogni 2. Solo nell’8- 10 % dei casi sono presenti disturbi di tipo genetico. Le cause sono state accertate: inquinamento ambientale, tossicità alimentare, pratiche mediche non personalizzate e potenzialmente iatrogene, mancanza di prevenzione pre-concepimento, ritardo nella diagnosi precoce, approccio  mono-specialistico neuropsichiatrico, assenza di multidisciplinarietà. Tutte cause prevenibili ! Eppure, in Italia ed in Europa non succede nulla da oltre 15 anni. Si tagliano i nastri per nuove residenze protette e nuove associazioni, mentre nelle case e nelle aule scolastiche le difficoltà si moltiplicano. La ricerca scientifica ha dimostrato che le cause che ammalano i bambini sono le stesse che ammalano gli adulti e diffondono le malattie cronico degenerative. Come si diceva, tutte prevenibili in oltre il 90% dei casi. L’Autismo è dunque un marker sensibile e drammatico  del fallimento del nostro Sistema e di qualsiasi tentativo di “rammendo”, come la storia di questi ultimi 50 anni ci ricorda.  L’Emergenza Autismo é un allarme per la nostra specie, che ha raggiunto una dimensione fuori da ogni possibile controllo istituzionale e può essere affrontata solo  attraverso un MOVIMENTO DI OPINIONE, capace di avviare una deriva dalla status quo. Una Class Action della Famiglia Italiana, in difesa della salute dei propri figli e dei propri nipoti, che con l’aiuto della Ricerca Scientifica scopre la “ missione “ anti-biologica del  Mercato Globalizzato, che pone al centro il mantra della produzione per la produzione e del profitto per il profitto, anziché la Salute ed il Benessere della popolazione e che, a distanza di oltre quarant’anni di drammatici fallimenti, continua ad esprimere una accesa e aliena coazione a ripetersi.

La tecnologia legata alla finanza non è in grado di vedere il mistero delle molteplici relazioni che esistono tra le cose. Paradigma tecnocratico e finanza soffocano l’economia reale con la massimizzazione dei profitti….il mercato divinizzato…un simile comportamento che a volte sembra suicida. Ritornare indietro prima che sia tardi: le vie di mezzo sono solo un piccolo ritardo del disastro. Si tratta di ridefinire il progresso. Come mai prima d’ora nella storia il destino comune ci obbliga a cercare un nuovo inizio.(Enciclica Laudato Sì, 24 Maggio 2015).

L’opportunità che la Ricerca Scientifica nel settore della biologia e della medicina ci offre è per una nuova alfabetizzazione biologica della vita quotidiana, che pone la Salute-Benessere al centro delle nostre relazioni e dei nostri progetti, in quanto contenitore della nostra stessa individualità, in armonia con il grande progetto della evoluzione della vita sul Pianeta.
Possa la nostra epoca essere ricordata per il risveglio di una nuova riverenza per la vita. Reimpostare gli itinerari pedagogici di un’etica biologica, una cittadinanza ecologica.
La drammaticità, la complessità e l’urgenza della istanza di salute richiedono la formulazione di un Nuovo Abbecedario per la vita quotidiana, ALPHABET, come un passaporto, che sappia motivarci ed assisterci con la parola e la riflessione di Testimoni del Cambiamento. Il Nuovo Abbecedario potrà così essere diffuso attraverso i servizi della rete ed avviare la nuova alfabetizzazione biologica, come la prima delle energie rinnovabili.
Lo scorso mese di Aprile, Elton Musk e Sergio Marchionne incontrano Google per promuovere un’auto elettrica driverless. Matera, Capitale Europea della Cultura, accoglie la riflessione di Papa Francesco di diffondere un nuovo modello dell’essere umano e propone la formulazione della patente di guida per il nuovo viaggiatore !

 

 

 

,

ALPHABET: il Principio del Cambiamento

 STAMINALI1

Il declino della nostra Società a partire dagli anni ’80 ha continuato a diffondersi, nonostante il contributo di persone illuminate, la disponibilità di enormi ricchezze e di  tecnologie avveniristiche. Il degrado ambientale, la tossicità alimentare, il default di città simbolo del liberismo industriale e di nazioni democratiche, l’accelerata scomparsa di specie vegetali ed animali, la proliferazione dei conflitti armati ed i genocidi caratterizzano segnali certi di irreversibilità. Una “influenza” inquietante si è progressivamente affermata anche all’interno delle nostre famiglie: 1 bambino su 6 presenta un disturbo dell’apprendimento ed 1 su 50 viene diagnosticato come autistico (CDC:Marzo 2014). Sono di salute cagionevole, difficili da trattare e incapaci di badare a se stessi. I nostri medici non li capiscono e non li sanno curare. Sostengono che dall’Autismo non si guarisce. L’andamento è epidemico, la loro autonomia viene dichiarata improbabile nella adolescenza e nella vita adulta e con questa incidenza nessuna famiglia in età fertile è immune da rischio di generare un figlio con questi problemi. E’ un allarme epidemico assoluto per la nostra specie, che la Sanità interpreta e gestisce secondo un approccio mono-specialistico neuropsichiatrico e la popolazione converte in forme di associazionismo.
Se tutto questo è vero,  di quale futuro possiamo ragionare? E’ possibile ancora una volta sperare in un illuminato e salvifico cambio di rotta da parte dei poteri forti e del mercato, gli stessi che hanno inventato e prodotto l’attuale quotidianità? A quale teoria sociale, a quale  ideologia politica possiamo riferirci? E il giudizio morale, in cui tanti hanno cercato e cercano rifugio nei confronti di un mercato necessariamente bugiardo, che ha convertito una società di esseri in una società di averi, si dimostra incompetente e incapace di  indicarci una via di uscita.
Siamo nati in tempo di guerra. Una guerra totale, che ha saputo inventare nuove armi, attraverso una specializzazione della quotidianità. Così l’aria, l’acqua, il cibo, l’informazione, la salute, l’istruzione, il lavoro. Bombe ovunque e macerie che fumano. La rivoluzione è un sogno del passato, e i nuovi ciambellani della lettera G si scambiano etichette, numeri e grafici di fantasia e assicurano la instabilità dello status quo, e la certezza del filo spinato ad accogliere la ricerca di libertà e di democrazia da parte di interi popoli in fuga dalla guerra e dagli eccidi. Il Regno Unito si stacca dall’Europa e scatena una frenetica ricerca di rammendo istituzionale, di controllo del rischio finanziario ed economico, di composizione del dibattito politico, nel nome di un rinnovato impegno neoliberista centrato sulla produzione, lo stesso che ha generato l’attuale disastro….
La tecnologia legata alla finanza non è in grado di vedere il mistero delle molteplici relazioni che esistono tra le cose. Paradigma tecnocratico e finanza soffocano l’economia reale con la massimizzazione dei profitti….il mercato divinizzato…un simile comportamento che a volte sembra suicida. Le vie di mezzo sono solo un piccolo ritardo del disastro. Si tratta di ridefinire il progresso. Come mai prima d’ora nella storia il destino comune ci obbliga a cercare un nuovo inizio. Così Papa Bergoglio nella Enciclica Laudato Si’, 24 Maggio 2015. La nostra specie sembrerebbe arrivata al capolinea, se non fosse per un “dettaglio” fortunato, quasi un incidente di percorso, spuntato negli anni ’70 con la scoperta scientifica della natura biologica della nostra mente! Ci siamo accorti che il nostro “suggeritore”, individuale e collettivo, la MENTE AUTOREFERENTE, non ha una identità, e non potrà mai averla, perché è un concerto di sintomi. Là dentro non c’è proprio nessuno. Solo immagini istantanee. A volte a fuoco, a volte sfuocate. Che cambiano come dei dal volto umano, in continua dissolvenza. Fantasie e memorie, che attraversano l’alba ed il tramonto….. Se questa scandalosa verità non ci tramortisce ed abbiamo ancora occhi per vedere il sorriso di un bambino…attraverso i neuroni specchio possiamo entrare dentro di noi, per un nuovo viaggio nelle memorie del nostro sistema limbico, in cui passato, presente e futuro si intrecciano nella contemporaneità, della nostra MENTE BIOLOGICA. Astronomicamente vasta, connessa e coordinata con i nostri tessuti, si forma nei primissimi anni di vita, ci veste come una memoria continua, media ogni secondo della nostra esistenza ed appare con la postura, la mimica, la gestualità, la capacità di ascolto, l’energia, la resilienza, la salute, la creatività, l’empatia, la speranza. Questa mente biologica oggi viene interpretate dalla ricerca scientifica come SALUTE E BENESSERE. Ci affacciamo, così, ad una nuova fase della nostra storia e della nostra evoluzione, secondo un progetto di ALFABETIZZAZIONE BIOLOGICA, che attraverso i servizi della rete potrà irradiarsi come la Prima delle Energie Rinnovabili.
Se noi immaginiamo di ascoltare i suoni della Vita sul Pianeta, ordinati in successioni temporali secondo la loro comparsa iniziata 3,4 miliardi di anni fa, e li comprimiamo all’interno  di una giornata di 24 ore, potremmo udire la nostra voce negli ultimi 1,7 secondi. E se il Tempo in biologia significa esperienza, noi siamo affacciati ad un nuovo progetto di apprendimento, che inizia con lo studio dei batteri, che ci abitano, che costituiscono il nostro Microbiota  e  modulano  incessantemente ogni aspetto della nostra Salute e dai primi giorni  della  vita extrauterina hanno trasformato la nostra identità in una comunità, connessa con l’ambiente.
La Salute non  più “solo”  come un bene ed un diritto, ma contenitore della nostra identità. La transizione, che ci attende, consiste, dunque,  nel porre la Salute-Benessere al centro della nostra quotidianità, individuale e collettiva. Una transizione  certificata dal contributo di tutta la Ricerca Scientifica nel settore della biologia di questi ultimi 50 anni. Non la Mente, psicologica, sintomatica, autoreferenziale, con la quale pensiamo quotidianamente di identificarci, ma il nostro Corpo, astronomicamente più complesso,  che contiene la nostra identità, biologica, energetica e percettiva. E’ un cambio di identità, che siamo chiamati ad affrontare e che richiede  la diffusione di una nuova  alfabetizzazione biologica della vita quotidiana .

Confrontiamo questa riflessione con alcuni fatti di cronaca. 2 Aprile 2016:   Elon Musk presenta  la sua prossima auto elettrica, la Model 3 https://vimeo.com/161138986, dalle prestazioni di una supercar, una autonomia di 350km e un costo di 30.000 Euro. Verrà consegnata alla fine del 2017 e in 48 ore Elon incassa 10Miliardi di dollari di pre-orders. Il 7 aprile in Olanda parte il percorso di legge per vietare la vendita di macchine a combustibile  a partire dal 2026. Il 24 aprile Sergio Marchionne firma l’accordo tecnico con Google per la produzione e commercializzazione delle auto senza pilota, che in questi giorni precisa di non essere in esclusiva e che potrebbe dialogare con Apple, BMW e Daimler. La Regina di Inghilterra si appresta a parlare di droni, auto driverless e un nuovo aeroporto  per i voli spaziali  dei turisti.

La dinamicità del settore trasporti è estrema e l’innovazione tecnologica continua a ricevere un consenso plebiscitario. Alphabet  si interroga e cerca di rispondere alla domanda: “….ma, per andare dove e per fare che cosa ? “.
Prima della “macchina” che ci trasporta occorre l’Agenda,  che contenga gli obiettivi ed esprima le priorità, le strategie, i percorsi, le verifiche, le evoluzioni del nostro progetto.
Un problema non può essere risolto dallo stesso livello di conoscenza che lo ha generato è la riflessione di Einstein, che  oggi dimostra tutta la sua verità, filosofica, scientifica, storica e incoraggia la radicalità del passaggio che ci attende. Il nostro Errore richiede, dunque,  Il LIBRO DEL CAMBIAMENTO, per avviare  una nuova Alfabetizzazione Biologica della vita quotidiana  e promuovere la costituzione di un CERN della Salute, che invece delle  particelle e delle loro collisioni, si occupi della analisi epigenetica dei comportamenti, per indagare e comprendere i legami con i quali il Padre ci ha unito a tutti gli esseri viventi e  reimpostare gli itinerari pedagogici di un’etica ecologica, una cittadinanza ecologica. Il nostro unico patrimonio è rappresentato dalla riserva  biologica, e questo fatto orienta  perciò alla sostenibilità  ogni nostra possibile strategia, come ci ricorda Aldo Sacchetti nel suo libro profetico, 1985, “L’uomo antibiologico”. Il progetto che ci attende è quello di un Nuovo Abbecedario, come Passaporto del Cambiamento, che contenga su di una pagina  la descrizione dei beni della vita  e sull’altra le domande, che ci aiutano a comprendere a che punto del nostro percorso ci troviamo. Un Questionario Bio-Comportamentale Multidisciplinare, che pone la Salute al centro  della nostra avventura, come individui e come comunità, secondo 7 Note: Famiglia, Salute, Ambiente, Scuola, Lavoro, Diritto e  Cambiamento e che Google, domani, potrà aggiornare direttamente sul nostro smartphone.
Il percorso è già stato tracciato da Papa Francesco  il 24 Maggio 2015 con la Enciclica Laudato Sì:

La conversione temporale ci cura del peso e della gravità delle cose, che hanno costituito i nostri beni ed occupato il nostro orizzonte fino ad oggi. Possa la nostra epoca essere ricordata per il risveglio di una nuova riverenza per la vita. Reimpostare gli itinerari pedagogici di un’etica ecologica, una cittadinanza ecologica. Diffondere un nuovo modello riguardo all’essere umano, alla vita, alla società, alla relazione con la natura, riconoscendo i legami con i quali il Padre ci ha unito a tutti gli esseri viventi. Incoraggiare uno stile di vita profetico e contemplativo, capace di gioire profondamente. Aver bisogno di poco e vivere molto.

Fondazione Di Bella; Bologna 2 Luglio 2016

Riferimenti:

P.Bigo: Marxismo e umanesimo; Bompiani 1963
R.Pierantoni: Riconoscere e comunicare; Boringhieri 1977
Lindsay;D.A.Norman: L’uomo elaboratore di informazioni; Giunti Barbera 1983
A.Sacchetti: L’uomo antibiologico; Feltrinelli 1985
L.Borges: Tutte le opere; Mondadori 1986
A.Einstein: Pensieri degli anni difficili; Boringhieri 1986
M.Delbruck: La Materia e la mente; Einaudi 1986
R.Pierantoni: Forma fluens; Bollati Boringhieri 1987
J.Janes: Il crollo della Mente bicamerale e l’origine della coscienza; Adelphi 1988
I.Calvino: Lezioni americane; Garzanti 1988
E.R. Kandel:  Principi di neuroscienze; Casa Editrice Ambrosiana 1988
M.Minski: La società della mente; Adelphi 1989
M.Proust: Alla ricerca del tempo perduto; Newton 1990
Hofstaedter-Dennet: L’Io della Mente; Adelphhi 1992
G.M.Edelman: Sulla materia della mente; Adelphi 1992
E. Zolla:  Uscite dal mondo; Adelphi 1992
D.Dahrendorf et : La democrazia in Europa;  Laterza 1992
C.M. Martini: Sto alla  porta; Centro Ambrosiano 1992
I.Eibl-Eibesfeldt: Etologia umana; Bollati Boringhieri 1993
Li Mes: L’Europa senza l’Europa; Editrice Periodici Culturali 1993
J.Eccles: Come l’io incontra il suo cervello; Rizzoli 1994
E.Morin: Il Metodo; Feltrinelli 1984
A.Cavallari: L’atlante del disordine; Garzanti; 1994
A.Panebianco: L’Italia che non c’è; Rizzoli 1995
G.Bateson:Verso un’ecologia della mente; Adelphi 1995
Borgna: Come se finisse il mondo;Feltrinelli 1995
A.R. Damasio: L’errore di Cartesio; Adelphi 1995
R.Pierantoni: Forma Fluens; Boringhieri 1997
F e L Cavalli-Sforza: La scienza della felicità; Mondadori 1997
C.Collodi: Le avventure di Pinocchio; Rizzoli  1998
L.R.Brown : State of the World 1998; Edizioni Ambiente 1998
B.Green: L’universo elegante; Einaudi 1999
V.Castronovo: L’eredità del Novecento; Einauidi 2000
G.M.Edelman;G.Tononi: Un universo di coscienza; Einaudi  2000
J.Rifkin: Ecocidio; Mondadori 2001
J.Rifkin: L’era dell’ac cesso; Mondadori 2001
Fry: L’origine della vita sulla terra; Garzanti 2002
J.Rifkin:  Economia all’idrogeno; Mondadori 2002
A.Oliverio: L’età della mente; Rizzoli 2004
G. Rizzolatti, C. Sinigaglia: So quel che fai; Raffaello Cortina Editore 2006
A.Alesina; F Giavazzi: Goodbye Europa; Rizzoli 2006
B.Libet: Mind time; Raffaello Cortina Editore 2004
J.G.I.Gurdheff: Vedute sul mondo reale; Neri Pozza Editore 2007
G.Verzella; F.Verzella: Uscire dall’autismo; Maggioli 2008
L.R. Brown: Piano B 4.0; Edizioni Ambiente 2010
J.M.Bergoglio: Laudato Sì’  2015
P. Ermani ; A. Strozzi: Solo la crisi ci può salvare; Edizioni il Punto di Incontro 2016

 

,

TESTIMONIAMENTE

IMG_8158

L’intelligenza, lo spirito critico, la sensibilità, l’energia…

sono doni che contengono una forte dose di rischio,

che può essere contenuta efficacemente

solo  attraverso l’esercizio della Testimonianza.

Libera e non protetta.

Ahh, dimenticavo: testimonianza di che ?!

Della Vita,

quella tela  fatta di tempo,

senza smagliature e sempre nuova.

.

,

ALPHABET: Abstract

STAMINALI2

 

Alphabet   

è il Nuovo Abbecedario della Vita Quotidiana:

in una pagina i doni della Vita e nell’altra la Domanda,

che consente a ciascuno di verificare a che punto del percorso si trova.

Google lo aggiorna  sullo smartphone,

e diffonde la Nuova Alfabetizzazione,

come la prima delle Energie Rinnovabili!

Non più la Mente, ma il nostro Corpo,

al centro della vita quotidiana !

E’ un Cambiamento di Identità:

che la Ricerca Scientifica oggi riconosce  ed  interpreta,

come Salute-Benessere, e

Papa Francesco ci conferma nella Enciclica Laudato Si’.

Possa la nostra epoca essere ricordata per il risveglio

di una nuova riverenza per la vita.

Reimpostare gli itinerari pedagogici di un’etica ecologica,

una cittadinanza ecologica,

diffondere un nuovo modello riguardo all’essere umano,

alla vita, alla società, alla relazione con la natura,

riconoscendo i legami con i quali il Padre ci ha unito a tutti gli esseri viventi.

,

Dialogo sulle Vaccinazioni Pediatriche e sulla Libertà di Scelta Terapeutica

 

 

VACCINAZIONE INFANTILE

 

 

1)Domanda:  La formula dei diversi vaccini, può rimanere la stessa e continuare ad essere valida, ogni anno, per alcuni milioni di nuovi bambini, tutti diversi per ragioni biologiche, familiari ed ambientali?
Risposta:  La personalizzazione del protocollo farmacologico, è il fondamento di qualsiasi intervento medico e, nel caso delle vaccinazioni di massa, viene disatteso e  negato.

2)Domanda: Per evitare la morte per polmonite nella popolazione adulta, sarebbe pensabile rendere obbligatoria la somministrazione periodica di un antibiotico potente e a lunga durata d’azione?
Risposta:  E’ una domanda che ci aiuta a comprendere l’assurdo delle vaccinazioni di massa obbligatorie; se fosse proposta per la popolazione adulta, avvierebbe la richiesta di impeachment del Ministro delle Salute.

3)Domanda: Sei (6) farmaci iniettati contemporaneamente, per via parenterale, sono comprensibili in caso di una emergenza acuta, in cui è a rischio la vita del paziente. Come è  giustificabile un trattamento farmacologico così intenso e complesso, come nel caso della esavalente, a scopo preventivo ed in assenza di epidemie?
Risposta: Mi  sembra che questo aspetto possa essere impugnato in sede legale come <mal practice>, ovvero una pratica medica perseguibile in termini di legge.

 4)Domanda: Come risponde il sistema immunitario di un neonato al      programma vaccinale ?
Risposta: Producendo anticorpi, a spese di uno stress neuro-immuno-endocrino intenso, in relazione alla sua immaturità ed estrema fragilità. Il programma vaccinale si traduce in una sorte di doping violento, che condiziona lo sviluppo del sistema immunitario del bambino.

5)Domanda: Perché non sono disponibili in Italia vaccini singoli, peraltro presenti in altri paesi della Comunità Europea?
Risposta: Non so rispondere.

6)Domanda:  In Italia l’ultimo caso di poliomielite è stato registrato nel 1982 e l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato l’Europa libera dalla poliomielite il 21 Giugno 2002: perché  in Italia si continua a rendere obbligatoria la vaccinazione contro la poliomielite ?
Risposta: non so rispondere

 7)Domanda: Perché in Italia si continua a  rendere obbligatoria la vaccinazione contro  la difterite, quando l’ultimo caso è stato registrato nel 1996 ?
Risposta: non so rispondere

8)Domanda:  L’ultimo caso di tetano pediatrico risale al 1982 e nel 2006 è stato registrato un caso di tetano  in un bambino torinese di 34 mesi: perché si continua a rendere obbligatoria la  vaccinazione di tutti i neonati ?
Risposta: non so rispondere

9)Domanda:  Che senso ha vaccinare a 3 mesi per una malattia come l’epatite B, che si trasmette esclusivamente per contatto con sangue e rapporti sessuali, se il neonato nasce sano da una mamma non infetta, in un ambiente familiare senza questa patologia?
Risposta: La risposta è “storica” e riguarda l’ex ministro della Sanità De Lorenzo.

 10)Domanda: I vaccini contengono: frazioni batteriche, virali, virus inattivati, virus vivi attenuati, Alluminio, Mercurio, formaldeide, proteine dell’uovo, albumina umana,  fenossietanolo, gelatina, monofosforil lipide, A deacilato, antibiotici, proteine dell’uovo, emoderivati di animali, polimixina,  nano particelle di Metalli Tossici. Perché non è disponibile una scheda  per valutare le condizioni di salute del singolo bambino: prima e dopo la vaccinazione ?Risposta: Mi sembrerebbe una verifica dovuta, che potrebbe avviare  una corretta analisi degli effetti delle vaccinazioni di massa.

11)Domanda: Se si sostiene la obbligatorietà delle vaccinazioni, perché viene richiesta la firma di consenso  ai genitori, che, in questo modo diventano responsabili unici delle eventuali complicanze?
Risposta: La obbligatorietà annulla di fatto la responsabilità dei genitori, per cui unico responsabile è lo Stato.

12)Domanda : Perché la sorveglianza delle possibili complicanze è passiva, a fronte di un obbligo imposto dal Governo?
Risposta:  E’ un aspetto che, in caso di complicanze, prefigura una posizione di dolo per il medico vaccinatore, che risponde per colpa grave in caso di inadeguata o omessa valutazione delle possibili controindicazioni alla vaccinazione.

13)Domanda: Perché in caso di reazione avversa di un vaccino, il Governo e non l’Azienda Farmaceutica deve risponderne in Tribunale?
Risposta: Mi sembra una domanda particolarmente attuale, in tempi di TTIP!

14)Domanda:  Poiché le vaccinazioni hanno un’efficacia che al massimo raggiunge il 95% , con ampie oscillazioni a seconda del vaccino usato, è evidente che all’interno di una comunità vaccinata sono comunque presenti soggetti non immunizzati. Che senso ha discriminare una stretta minoranza di bambini non vaccinati all’interno della popolazione scolastica?
Risposta: E’ una chiara discriminazione  nei confronti dei genitori che scelgono di non vaccinare.

15)Domanda : Se tra  il 2009 e il 2011 le infezioni da morbillo sono risaliti  del 455%, da7.499 a 26.721 casi, nonostante la copertura vaccinale del 94%, come possiamo reinterpretare la  raccomandazione per questo tipo di vaccinazione?
Risposta: E’ una domanda complessa, che richiede una attenta valutazione, innanzitutto dei vaccini utilizzati.

16)Domanda: I fondi attualmente destinati alle vaccinazioni  sono pari a 350milioni di euro/anno(OsMed 2013), che verranno raddoppiati se il nuovo piano nazionale vaccini sarà approvato. E’ stato calcolato l’acquisto in salute da parte delle nuove generazioni se questi fondi venissero stanziati per promuovere l’educazione alla salute delle famiglie ed il benessere dei loro bambini?
Risposta: Mi pare una proposta sensata, che dovrebbe far parte delle priorità di qualsiasi Governo, come progetto di alfabetizzazione biologica dedicato alla famiglia.

17)Domanda : Quindici Paesi della Comunità Europea hanno riconosciuto alla famiglia la libertà di scelta terapeutica. Quali sono le ragioni : geografiche, ambientali, sociali, storiche, politiche, sanitarie, biologiche,  culturali, per cui questo diritto fondamentale, oggi, non può essere riconosciuto anche alla famiglia italiana?
Risposta:  Sinceramente, non ne vedo una sola ! Mi sembra un intollerabile ritardo della nostra democrazia.