EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Il Decreto e….Noi ?!

 

 

La iniziativa del  ministro  Lorenzin è anti-biologica, anti-costituzionale, antidemocratica, liberticida della responsabilità genitoriale. Può accadere ! Ma, nel nostro caso, la gravità sta nell’assenso del Governo, dei presidenti Mattarella, Boldrini e Grasso. Dobbiamo sperare nella Corte Costituzionale e nella Commissione Europea. E soprattutto nella nostra capacità di contribuire al Cambiamento.  Mi pare che ci siano tutte le ragioni per promuovere una class action dedicata alla Libertà di Scelta Terapeutica. 15 Paesi della Comunità Europea l’hanno già sancito. Chi alleva i figli ha le competenze per formulare ed animare un movimento dedicato alla tutela della Salute in Famiglia. L’argomento non è: le vaccinazioni di massa, ma la libertà di scelta terapeutica e la responsabilità genitoriale. I fondamenti della nostra vita democratica. L’assistenza alla  famiglia con figlio <autistico>  che ho iniziato 13 anni fa mi ha aiutato a comprendere la radice anti-biologica su cui si fonda la nostra società, che pone al centro della vita democratica e del proprio sviluppo il Denaro-Potere e le sue artificiose <equazioni> finanziarie, economiche, politiche, legislative. La convenzione Denaro-Potere va sostituita da una relazione esistenziale, che la Ricerca Scientifica  ci  rivela e ci indica come Salute-Benessere, quale contenitore  della nostra stessa identità.  Possa la nostra epoca essere ricordata  per il risveglio di una nuova riverenza nei confronti della Vita. E’  il <progetto> di Papa Francesco, che nasce da un’acuta consapevolezza del momento storico in cui ci troviamo: La tecnologia legata alla finanza non è in grado di vedere il mistero delle molteplici relazioni che esistono tra le cose. Paradigma tecnocratico e finanza soffocano l’economia reale con la massimizzazione dei profitti….il mercato divinizzato…un simile comportamento che a volte sembra suicida. Ritornare indietro prima che sia tardi: le vie di mezzo sono solo un piccolo ritardo del disastro. Si tratta di ridefinire il progresso. Come mai prima d’ora nella storia il destino comune ci obbliga a cercare un nuovo inizio. Il dibattito sulle vaccinazioni pediatriche si spegne, quando ci rendiamo conto di quanto sia anti-biologica e <malata> l’ipotesi che lo sostiene, quella di una terapia di massa. La Libertà di Scelta Terapeutica è dettata  dalla unicità  che caratterizza ciascun bambino e riconosce la responsabilità genitoriale  nel momento più delicato della vita, tra il concepimento ed il terzo anno. In questo intervallo si forma una memoria, biologica, energetica, percettiva, che media la salute e le scelte comportamentali negli anni  della adolescenza e della vita adulta. Un tempo <biologicamente sacro>,  perché largamente inconscio, che va protetto, custodito e  curato come il momento più delicato e carico di potenzialità della loro storia.  1796: la prima formulazione  del trattamento preventivo mediante  vaccino. In questi 221 anni  la società è passata da 1 miliardo a oltre 7,4 miliardi di individui ed è stato appreso oltre il 90% delle conoscenze scientifiche oggi disponibili. E’ tempo di cambiare nome e indirizzo: da  Vaccino ad Umano ! Da una pratica farmacologica preventiva ad un registro di strategie e di interventi che pongano al centro la formazione, la salute ed il benessere della famiglia e del bambino.  Non un decreto ministeriale impositivo e liberticida, ma un nuovo patto di alleanza  per proteggere  e promuovere l’armonia dello sviluppo infantile. Questa priorità richiede la diffusione di una Nuova Alfabetizzazione Biologica della vita quotidiana. Quindici Paesi della Comunità Europea ci hanno già preceduto  in questa  evoluzione democratica.  E’ solo il primo passo, di un progetto dedicato allo sviluppo per la  sostenibilità, dal quale dipende la vita ed il benessere delle prossime generazioni.  Abbandoniamo il dibattito e avviamoci a celebrare una Festa grande! Quella  della Salute: una illimitata  banca di <brevetti naturali>, liberi, individuali e disponibili, che  attendono la nostra comprensione per venire tradotti in nuovi e  coerenti stili di vita. Una Festa grande, che ci porta tutti in una sola piazza. Quella del rispetto reciproco, della solidarietà,  della consapevolezza del nostro destino temporale, della difesa  della Salute e  della Casa Comune.

 

 

Share this Story

Related Posts

Facebook Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Check Also

LETTERA AL PRESIDENTE SERGIO MATTARELLA

        ll.Mo Sign. Presidente della ...


Sono Franco Verzella. Fin dai tempi della scuola ho nutrito la convinzione che le persone e le diverse realtà che incontravo oltre alla loro "faccia" avessero dentro una sorpresa da indovinare e conoscere. Così l'istinto della ricerca ha caratterizzato i miei percorsi privati e professionali ed è stato sostenuto dal desiderio di contribuire alla realizzazione di "fatti" utili e nuovi. La microchirurgia oftalmica, la medicina funzionale e l'esperienza nel settore dell'autismo e dei disturbi dello sviluppo sono gli argomenti che mi hanno coinvolto ed alimentano ottimismo e gratitudine.

Ricerca