EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

LEGGE LORENZIN ALFABETIZZAZIONE BIOLOGICA E CAMBIAMENTO

 

 

La Legge Lorenzin è la dimostrazione <militante e  militare> che le nostre Istituzioni credono alla prevenzione farmacologica  di massa delle malattie pediatriche infettive, anche in assenza di qualsiasi allarme epidemiologico. In realtà,  le ragioni che alimentano questa sfortunata avventura sono sotto gli occhi di tutti: quelle di una partita  finanziaria internazionale, in cui  il governo Gentiloni sembra giocare il ruolo del  primo della classe, offrendo la salute dei bambini italiani alla nuova sperimentazione farmacologica.
Niente di nuovo sotto il sole, se la vaccinazione pediatrica antiepatite B della ditta Glaxo Smith Klein resiste dal 1991, quando il suo ispiratore, nelle vesti del Ministro della Sanità De Lorenzo, è stato condannato per corruzione.

Ma…sostenere che la politica è corrotta non ci aiuta a comprendere perché questo avviene. In altre parole, dobbiamo cercare di capire come uscirne ed avviare nuove forme di quotidianità, in cui poter credere.
Io sono convinto che siamo nel mezzo di una malattia universale, che ha saputo attribuire agli elementi della quotidianità una tossicità virale,  insidiosissima, con numerosi effetti a distanza. Così l’aria, l’acqua, il suolo,  gli alimenti…Un tempo c’era l’Imperatore,  in proiezione di semi-Dio ed i poveri. Oggi abbiamo le Multinazionali e  gli intossicati. L’evidenza è sotto i nostri occhi: diffusione di malattie cronico degenerative, tossicità ambientale e alimentare, guerre, conflitti ed eccidi in nome della <libertà>, scomparsa accelerata ( x 1.000 o x 10.000) di specie animali e vegetali. Il termometro più sensibile è nelle nostre famiglie ed  è rappresentato dal moltiplicarsi dei bambini con disturbo dello sviluppo: 1 su 6 e con autismo 1 su 36 (nel 1970: 1 su 5.000).
Allora dove sta la via di uscita ???
L’esplosione demografica ed il moltiplicarsi delle tecnologie hanno messo in crisi il modulo tradizionale della nostra quotidianità e diffondono forme nuove di disagio, di degrado.
La via di uscita inizia con la presa di coscienza che siamo nel mezzo di una peste, alimentata da una Oligarchia di Tossici del Denaro e del Potere. Una peste, che si manifesta con comportamenti ossessivi compulsivi, una peste universale, che richiede un cambiamento radicale della nostra quotidianità, attraverso una nuova alfabetizzazione biologica, che pone al centro delle nostre priorità, non più il denaro, ma la Salute-Benessere, quale contenitore  della nostra stessa identità. E’ un percorso lento, di apprendimento e di pratica quotidiana,  per cui è urgente  la selezione di testimoni del cambiamento, allo scopo di avviare una vera e propria deriva civile e democratica.
Un cambiamento che ha caratteristiche evolutive per la nostra specie: la Salute come Identità, il nostro Corpo come la Terra Promessa, la Connessione all’Ambiente come esigenza vitale primaria, l’Ambiente che siamo! e lo Spazio che diventa illimitato e si chiama Tempo, il Tempo di vivere.
Occorre creare un Gruppo forte che si colleghi con altri e con altri ancora, con un solo obiettivo: la Salute  Nostra e dell’Ambiente.  La Salute contiene la nostra Identità e quindi ogni nostra potenzialità ed ogni possibile attesa. In queste parole si concentra la Ricerca Scientifica di questi ultimi 70 anni, che contiene oltre il 90% di tutte le conoscenze  generate dalla nostra specie.  I  <Politici del Sistema>  non possono essere nostri interlocutori, perché parlano idiomi non più traducibili.  Papa Francesco ci conferma: Come mai prima d’ora nella storia il destino comune ci obbliga a cercare un nuovo inizio. Possa la nostra epoca essere ricordata per il risveglio di una nuova riverenza nei confronti della vita.
Cerchiamoci, organizziamo percorsi di formazione e di assistenza, moltiplichiamo le testimonianze degli orrori seminati nelle nostre città, nelle periferie, nelle nostre famiglie. Napoli, Taranto, Augusta e Gela sono polveriere di malattie, di malavita, di disperazione…coordinate dalla attuale politica. Il Sistema Sanitario  è <tossico> per farmacodipendenza assoluta; non esiste l’individuo, ma il protocollo specialistico, e la multidisciplinarietà non esce dai libri e dai congressi. L’assistenza con rimedi  omeopatici e fitoterapici viene ritenuta acqua fresca ed il Servizio Sanitario non le riconosce.
I ricercatori e gli esperti, tutti!, sono affacciati a questo cambiamento ed il loro contributo si dimostrerà vitale, se sapranno interpretarlo attraverso il cambiamento della loro stessa quotidianità.  Dobbiamo avere fretta ! Chiediamo alle famiglie di diffondere filmati sulle loro esperienze e testimonianze. La rete è una formidabile opportunità. Creiamo competenze sul territorio. Fare Salute…Diffondere Salute…Essere Salute…Convertire in Salute…La Salute che siamo!
Dedichiamo, anche, 10 minuti  al giorno per studiare quello che fanno le formiche nel prato vicino a casa. E’ questo il ritmo… E se solo arriveremo ad assomigliare alle formiche, potremo gioire di giornate fantastiche e di una profondissima e contagiosa contentezza !

Share this Story

Related Posts

Facebook Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Check Also

Spettro autistico e microbiota orale

In presenza di disordini dello spettro autistico il microbiota ...


Sono Franco Verzella. Fin dai tempi della scuola ho nutrito la convinzione che le persone e le diverse realtà che incontravo oltre alla loro "faccia" avessero dentro una sorpresa da indovinare e conoscere. Così l'istinto della ricerca ha caratterizzato i miei percorsi privati e professionali ed è stato sostenuto dal desiderio di contribuire alla realizzazione di "fatti" utili e nuovi. La microchirurgia oftalmica, la medicina funzionale e l'esperienza nel settore dell'autismo e dei disturbi dello sviluppo sono gli argomenti che mi hanno coinvolto ed alimentano ottimismo e gratitudine.

Ricerca