EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

LETTERA AL PRESIDENTE SERGIO MATTARELLA

 

 

 

 

ll.Mo Sign. Presidente della Repubblica.

S.E  Sergio Mattarella

Sono Franco Verzella, cittadino italiano, nato a Ferrara il 30 Agosto 1939, medico chirurgo, Presidente di DAN!Europe, Associazione dedicata a promuovere l’approccio multidisciplinare per l’assistenza del bambino autistico (Giugno 2005). In collaborazione con Autism Research Institute, San Diego,  ho organizzato il primo Convegno Nazionale, Antoniano, Bologna, Giugno 2005 e la prima Conferenza Europea, Angelicum, Roma, 12-14 Maggio 20007. Ho partecipato al Tavolo Nazionale sull’Autismo Giugno 2007 promosso dal Ministro della Salute Livia Turco ed al Tavolo dell’Istituto Superiore di Sanità, 2010. Il bambino con diagnosi di  autismo è il primo testimone della cultura anti-biologica della nostra società, di un  mercato tossico e di una sanità  farmaco-dipendente.  Quotidianamente registro la relazione concausale tra il protocollo vaccinale e la comparsa della regressione autistica.  Il decreto  formulato dal Governo Gentiloni costituisce una pagina buia della storia democratica del nostro Paese, violando il diritto  di libertà di cura e condizionando il diritto all’istruzione pubblica. Un  atto di arroganza autoritaria, che diffonde odio e paura,  e disorienta complessità dellal’opinione delle famiglie, annullando  la responsabilità genitoriale in relazione all’argomento più delicato e prezioso,  rappresentato dalla salute dei figli nei primi anni dello sviluppo. La complessità della individualità biologica che caratterizza ogni persona a livello molecolare, in particolare nell’età dello sviluppo, ci fa comprendere quanto sia <malata> l’ipotesi di  un trattamento farmacologico di massa a scopo preventivo. Lo Stato, che garantisce la piena libertà di scelta terapeutica ad ogni cittadino, può negarla ai suoi figli ? Benjamin Rush, firmatario della Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti  d’America, il 17 Settembre 1787 scriveva: Se non mettiamo la Libertà delle Cure mediche nella Costituzione, verrà il tempo in cui la medicina si organizzerà, piano piano e senza farsene accorgere, in una Dittatura nascosta. 15 Paesi della Comunità Europea  hanno sancito la libertà di scelta terapeutica: Spagna, Portogallo, Austria, Germania,  Lussenburgo, Olanda, Danimarca, Estonia, Lituania, Svezia, Norvegia, Finlandia, Regno Unito, Irlanda, Islanda. Quali sono le ragioni: geografiche, ambientali, sociali, storiche, politiche, sanitarie, biologiche, culturali, per cui questo diritto fondamentale, oggi, non può essere riconosciuto anche alla famiglia italiana?Associazioni di Famiglie  chiedono di poterLa incontrare e ricevere da Lei una parola di certezza per la salute dei loro figli e l’avvio di una fase nuova della vita democratica del nostro Paese.
Con rispetto, stima e gratitudine per il Suo impegno e la Sua testimonianza.

Franco Verzella
24-05-17

 

Share this Story

Related Posts

Facebook Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Check Also

LEGGE LORENZIN-Vaccinazioni Pediatriche

Terapia farmacologica, di massa, comandata, a scopo preventivo, ...


Sono Franco Verzella. Fin dai tempi della scuola ho nutrito la convinzione che le persone e le diverse realtà che incontravo oltre alla loro "faccia" avessero dentro una sorpresa da indovinare e conoscere. Così l'istinto della ricerca ha caratterizzato i miei percorsi privati e professionali ed è stato sostenuto dal desiderio di contribuire alla realizzazione di "fatti" utili e nuovi. La microchirurgia oftalmica, la medicina funzionale e l'esperienza nel settore dell'autismo e dei disturbi dello sviluppo sono gli argomenti che mi hanno coinvolto ed alimentano ottimismo e gratitudine.

Ricerca